Testimonianze

Persone con disabilità, genitori, amici, medici ed esperti: le ombre e le luci della fragilità raccontate in prima persona.

Riannodare il filo

Riannodare il filo

Sopravvivere alla morte di una persona cara è uno degli eventi più terribili che si possa affrontare. Quando si tratta...

«Papà, dove sei?»

«Papà, dove sei?»

Il papà di Silvia una notte si sente male. Sono tutti attoniti, Silvia ha visto suo padre andare via, in ambulanza, il suono forte della sirena ancora nelle orecchie.

L’arte di rialzarsi

L’arte di rialzarsi

Osservare un bambino che interagisce con un animale è una delle cose più tenere del mondo, perché sembra che parlino...

Il male dell’indifferenza

Il male dell’indifferenza

Nella foto: festeggiamenti per i 40 anni di Fede e Luce a Lviv, Ucraina a cui hanno partecipato le comunità di Russia,...

Viale di Valle Aurelia

Viale di Valle Aurelia

Cara Redazione di Ombre e Luci, finalmente ci sono riuscita! Ho visto, con gioia ed emozione, la nuova sede di Fede e...

Già nostro figlio

Già nostro figlio

Dopo circa due anni di attesa, con l’idoneità per l’adozione nazionale in scadenza, io e Mara finalmente siamo stati...

Lettera a Gennarino

Lettera a Gennarino

Affidiamo alle parole del padre il ricordo del nostro amico Gennaro Gagliotta, morto a Napoli il 2 settembre 2020....

Una piccola malga

Una piccola malga

Nel quadro della memoria l’immagine dominante è l’abito che indossavo. Non so perché, ma ogni volta che ripenso a quel...

Momenti difficili

Momenti difficili

Ci siamo conosciute al parco, tanti anni fa Marisa ed io. Lei era una giovane bella signora, con i capelli castani...

La città dei ragazzi

È un complesso urbanistico con strade, piazze, gruppi appartamento e servizi armonicamente adagiato nella campagna alle porte della capitale. Abbiamo intervistato Porfirio Grazioli, Presidente dell’Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi

La Grande Famiglia

La Grande Famiglia

Per festeggiare il centesimo numero di Ombre e Luci abbiamo raccolto e qui pubblichiamo le testimonianze dei tanti amici che hanno contribuito negli anni a portare avanti questa rivista

Dedicato alle mamme e ai papà

Dedicato alle mamme e ai papà

Ad ogni Santo Natale rifletto e mi interrogo sull’Emmanuele il “Dio con noi”, lo stesso nome deciso per mio figlio diversamente abile prima che nascesse

Un terremoto a ciel sereno

Un terremoto a ciel sereno

Nostro figlio è entrato in una comunità di accoglienza. È arrivato quell’aiuto, da sempre sperato, come soluzione a quando non ci saremo più

La mia pazienza ha dei limiti

La mia pazienza ha dei limiti

Venticinque anni di esperienza come direttore di educatori specializzati, lavorando con adolescenti con turbe della condotta e del comportamento, hanno fatto scoprire al P. Petitclerc la grande efficacia della virtù della pazienza

Iperattività: un bambino «complicato»

Iperattività: un bambino «complicato»

Agitato o iperattivo? Dinamico o patologico? Di origine psicologica neurologica? La questione del bambino iperattivo fa scorrere molto inchiostro e scatena dibattiti pieni di passione. Eppure non si tratta di una turba recente, né di un fenomeno di moda. Viene descritto fin dall’inizio del XIX sec.

Lo shock della diagnosi prenatale

Elena va da sola a sottoporsi alla prima ecografia del suo secondo figlio. In questa occasione, il medico manifesta un dubbio: il suo bambino è probabilmente disabile

Ad ogni marzo che passa

Io, medico, sono stata sicuramente privilegiata nel rapporto con il collega che mi comunicava le brutte notizie sulla salute del bimbo che portavo in grembo

Io non sapevo

Una mamma, incinta del suo quarto figlio, viene convocata d’urgenza dal medico che le prospetta un’unica strada: aborto terapeutico

La tenerezza di Dio

La tenerezza di Dio

A novembre 2005 si è svolto il ritiro con Jean Vanier sul tema “La Tenerezza di Dio” presso l’Arca di Bologna. Hanno partecipato circa 200 persone provenienti da tutta Italia, alcune rappresentanze di Arca sparse nel mondo

Questo bambino lo amo!

Questo bambino lo amo!

Isabelle de Mézerac e suo marito aspettano il loro quinto figlio, quando, al terzo mese di gravidanza, i medici annunciano che il bambino è colpito da trisomia 18, un handicap fatale. Decidono di accompagnare Emmanuel fino alla fine della sua vita.

Gli amici che non ti aspetti

E allora ecco che si scoprono, con sorpresa e anche piacere, tante persone, lontane da qualsiasi ambiente religioso, senza nessuna preparazione specifica, né medica né spirituale, ma con tanta capacità di accoglienza spontanea vera e affettuosa.

Io e Karol

Io e Karol

Quando i suoi occhi hanno incontrato i miei, non so se ho fatto capire al Santo Padre ciò che volevo, ma lui con i suoi mi ha detto di andare avanti e di sperare

Il regalo di Giovanni Paolo II

Il regalo di Giovanni Paolo II

Abbiamo appeso alla finestra una bella foto del Papa: ha un cerotto sulla fronte e un’espressione simpatica, come un bambino che ne ha appena combinata una

Paradiso infernale

Paradiso infernale

Un’amica di Fede e Luce ci racconta l’esperienza singolare, che ha vissuto in un cronicario “molto particolare” in Romania

Una bambina da incontrare

Una bambina da incontrare

Mi ricordo bene la sua storia: il parto prematuro, l’incubatrice, viaggi continui da un ospedale all’altro e i suoi occhi che non vedono nemmeno le ombre

Benedetta mi ha convertito

Benedetta mi ha convertito

È entrata a casa dopo aver vissuto i suoi primi cinquanta giorni di vita in ospedale. Non tutto è stato risolto e non tutto potrà essere risolto. Ma va benissimo così!

Il dente del giudizio e il Servizio Civile Volontario

Il dente del giudizio e il Servizio Civile Volontario

Sono passate tre stagioni dal mio “congedo” e il valore profondo dell’esperienza come “obiettrice” oggi posso coglierlo in ciò che ad essa è seguito, in ciò che è continuato, che ha resistito, che è cresciuto, nelle persone e negli affetti divenuti parte della mia vita.

Una messa poco dignitosa

Una messa poco dignitosa

Sesso, dall’altare, sguardi irritati, imbarazzati, compassionevoli si sono posati su di noi, rivelando l’umana incapacità di accogliere chi è diverso da sé

Un presepe a Fede e Luce

Un presepe a Fede e Luce

In un articolo qualcuno ha sostenuto che non avrebbe senso la partecipazione di persone non credenti a Fede e Luce. Io non la penso così.

Lettera a Mariangela e a molti altri

Lettera a Mariangela e a molti altri

“Sto cercando, mettendo insieme tanti tasselli, di scoprire il disegno di Dio sulla mia vita. Mentre vivi la quotidianità e l’evento singolo non osi guardare il tutto. È quello che invece sto facendo adesso”

Solo un trattino

Solo un trattino

Da tempo, da qualche mese, porto dentro un pensiero speciale per i genitori. Per i genitori di Fede e Luce ma anche per tutti i genitori che all’improvviso comprendono che il loro figlio non crescerà nella stessa maniera degli altri bambini

Ma come fa una mamma?!

Ma come fa una mamma?!

Fatima è una bambina di due anni, perfettamente intelligente, che vive grazie ad un respiratore, alla bombola dell’ossigeno, al tubicino che le porta la pappa direttamente nello stomaco.

Amici. Sempre.

Amici. Sempre.

Cristina racconta la sua amicizia con la famiglia di Andrea e Silvia entrambi affetti da una disabilità molto grave

Incontri

Incontri

Forse non ce ne rendiamo conto ma spesso quello che cambia la nostra vita non sono gli avvenimenti ma gli incontri

Natale nel mio cuore

Natale nel mio cuore

Questo testo è stato scritto anni fa da Camille Proffit, mamma di due figli gravemente disabili, che insieme al marito Gerardo, sostenuta da Jean Vanier e Marie Hélène Mathieu, ha dato vita al movimento internazione di Fede e Luce.

Ora la mia vita sta riprendendo forma e colore

Ora la mia vita sta riprendendo forma e colore

Per capire un po’ meglio il disagio della persona depressa, come starle vicino, e anche per offrire, speriamo, un piccolo aiuto a chi di questo male sta soffrendo, riportiamo l’esperienza di una nostra amica

I miei genitori avevano ragione

Maria Agnese, la prima di cinque fratelli e sorelle, ha 36 anni. È down. Da 11 anni vive in una casa famiglia e lavora in una casa di riposo per persone anziane dove si occupa di fare le commissioni e delle fotografie.

Paola è venuta ad abitare con noi – Comunità Nicodemo

Paola è venuta ad abitare con noi – Comunità Nicodemo

La vita semplice di una famiglia che si arrabatta a cercare la propria strada ogni giorno, ma che in questa ricerca decide di aprirsi al confronto con altre famiglie, scoprendo che dalla condivisione e dalla vicinanza nascono nuove energie e potenzialità per ciascuno, grande o piccolo che sia.

Il mio amico Carlo

Il mio amico Carlo

Carlo è per me un amico molto caro; la cosa più bella che mi ha insegnato è la fedeltà, il che a Fede e Luce è davvero il massimo! Grazie Carlo!

Quella terza preziosa età

Quella terza preziosa età

Leggendo la lettera di Arturo Paoli ci è venuta voglia di riflettere, per una volta, sulla. Lo facciamo utilizzando testi inviati dai nostri lettori o pubblicati su giornali che sono vicini

Zio Giorgio

Zio Giorgio

Lo zio Giorgio è venuto in agosto a passare qualche giorno da noi, nella casa di famiglia dove è cresciuto.

Quelle ore mi hanno segnata

ll tempo trascorso a Fede e Luce è stato proprio un tempo di vita, di volti, di entusiasmi…che il cuore conserva con cura e dove spesso la mente si rifugia a «salutare» persone amiche

Mi hanno aperto gli occhi

Mi hanno aperto gli occhi

Un amico mi propose di passare una vacanza diversa in compagnia di alcuni bambini disabili e le loro famiglie: fu un’esperienza che mi cambiò radicalmente

Due chiamate speciali

Due chiamate speciali

C’è chi di ali ne ha una sola e per giunta ammaccata, segnata, ferita, eppure con quella riesce, spesso meglio di altri, ad aiutare i fratelli e a far funzionare la propria ala «impigliata» negli scogli della vita

Scout a Lourdes

Scout a Lourdes

Per me fare la vita ospedaliera era una cosa meravigliosa perché ho capito che la cosa più importante che esiste nel mondo è aiutare il prossimo che ha bisogno di noi

Tutto è possibile – Lettera di Chiara

Carissimi fratelli e sorelle di Fede e Luce, sono Chiara e vi scrivo dalla mia camera d’ospedale, di fronte alla finestra su di un mondo che prima o poi, con coraggio, dovrò affrontare

Papà è cieco

Papà è cieco

Andrea è cieco dalla nascita. A ventidue anni entra a far parte di una comunità Fede e Luce. Qui incontra Maria...

Non sta più in un angolo

Non sta più in un angolo

“Dopo tre anni di scuola materna, che sono stati un tormento - racconta la mamma di Aimone - non vedevo l’ora che mio...

Lo sguardo degli altri

Me lo sento addosso lo sguardo degli altri. Quegli occhi di diffidenza, di curiosità, di timore. Quegli occhi fissi...

Finalmente sei arrivata!

Finalmente sei arrivata!

Prima di tutto mi presento: io sono Giorgia, conosciuta a Fede e Luce come «Ciaccia» e faccio parte del gruppo di...

Perché non mi capisci?

Perché non mi capisci?

La porta di casa si chiude rumorosamente dietro di me; sento un gonfiore sulle labbra, mi fa male; ma il dolore più...

Mi ha insegnato ad amare

Mi ha insegnato ad amare

Molto giovane mia madre diede alla luce la sua seconda figlia, una bambina Down. I miei genitori accolsero la notizia...

La fede è un incontro

La fede è un incontro

1942: Una granata scoppia fra le mani di Jacques Lebreton, 20 anni soldato nel deserto della Libia. D'ora in poi dovrà...

Ce l’abbiamo fatta

Ce l’abbiamo fatta

A volte mi succede di trovarmi in Cooperativa in mezzo ai ragazzi ed ai volontari che chiacchierano fra loro e la mia...

Alessia

Alessia

Il 22-12-1992 è il primo anniversario della morte di Alessia. Vorremmo ricordarla con la lettera che i «nostri...

Come essere amici

Come essere amici

Chiara Ferrari Toniolo Sono «amica» di Claudia da circa sette anni. Cominciai a frequentarla dalla mia prima «casetta»...

Giacomo

Giacomo

Quando Giacomo venne alla luce in un giorno di marzo del 1972 pesava solo 2 chili e 200 gr. Fu messo in incubatrice e...

Viviana

Viviana

Viviana nasce nel 1949, affetta da sindrome di Down. La famiglia, benestante, è composta da padre, madre e una sorella...

Ora Manuela…

Ora Manuela…

Vivevamo a Bari nell'86 quando leggemmo su Ombre e Luci un articolo di Mariangela e Nicole sulla Lega del Filo d’Oro...

Maria de la Soledad

Maria de la Soledad

Durante il pellegrinaggio di Lourdes (del 1991 N.d.R.), il Sabato Santo padre Brian Lowery ha parlato di Maria ai...