Il mostro che ha mangiato Gerardo

Nel 1533 l’imperatore Inca Atahualpa venne catturato dai conquistadores guidati da...

Tutto quello che hanno detto di preciso

Nella foto: Didattica a distanza, pranzo in presenza di Benedetta I professori hanno...

No GAC ma SAC!!!

Tradizione vuole che ogni comunità dedichi una giornata all’anno a far conoscere Fede e...

Quando la protagonista è ridotta a comparsa

È molto difficile giudicare serenamente un film che è stato travolto dalle polemiche...

È bello avere un posto dove lavorare

Io mi sveglio alle ore 6:00, tutto assonnato e vorrei dormire ancora, mi vesto con i...

Una piccola matita nelle sue mani

«Ho pensato – racconta Eufemia – che ti devono bastonare veramente forte perché qualcuno...

Imparare a cadere

Noel ama gli AC/DC, la chitarra, arrostire (bruciandoli) i marshmallows e la sua mamma,...

Perché di Katherine e Nerissa non ci sono tracce?

Si chiamano Katherine e Nerissa Bowes-Lyon. Sono le cugine, in primo grado, della regina...

Tutta un’altra storia

L'uomo ha bisogno di storie quasi come del cibo, ricordava Papa Francesco nel messaggio...

Newsletter N. 30 – Assieme

OL incontra... Abbiamo da poco festeggiato un compleanno a cui avremmo rinunciato...

Ultimi articoli

Il mostro che ha mangiato Gerardo

Il mostro che ha mangiato Gerardo

Nel 1533 l’imperatore Inca Atahualpa venne catturato dai conquistadores guidati da Pizarro nella battaglia di Cajamarca: per liberarlo, gli spagnoli chiesero al popolo Inca di riempire due stanze di argento e una stanza d’oro. I sudditi di Atahualpa andarono ai...

No GAC ma SAC!!!

No GAC ma SAC!!!

Tradizione vuole che ogni comunità dedichi una giornata all’anno a far conoscere Fede e Luce con attività o eventi particolari (vendita di torte, concerti, rappresentazioni teatrali, partite di calcio…), la cosiddetta GAC, un acronimo che a me non piace molto e che...

È bello avere un posto dove lavorare

È bello avere un posto dove lavorare

Io mi sveglio alle ore 6:00, tutto assonnato e vorrei dormire ancora, mi vesto con i vestiti che tengo in una sedia vicino, e poi vado in cucina per bere un caffè. Controllo Facebook e poi esco subito di casa, perché devo andare a lavorare, io per andarci mi preparo...

Tutto quello che hanno detto di preciso

Tutto quello che hanno detto di preciso

Nella foto: Didattica a distanza, pranzo in presenza di Benedetta I professori hanno detto ai miei genitori che sono molto brava e lavoro tantissimo. Hanno detto che sono contenti. E che quando mi interrogano rispondo bene. Hanno detto che loro vedono che con tutti i...

Gianciotto Malatesta e i conti che tornano

Gianciotto Malatesta e i conti che tornano

A me Gianciotto Malatesta sta un bel po’ antipatico. Io però di questa storia dei cognati Paolo e Francesca non ho capito proprio un bel niente. Solo che sono tutti morti. La professoressa mi fa studiare la Divina Commedia di Dante Alighieri che viveva pure a Firenze...

Newsletter

Ricevi ogni mese la newsletter di Ombre e Luci.

I nonni possono fare molto

La dottoressa Marie Odile Réthoré incontra ogni giorno diversi genitori nel suo consultorio per...

Io sono una come voi: una mamma

Carissime mamme, carissimi papà, vogliamo parlare un po' fra noi? Io sono una come...

Cantare è giocare. Giocare è comunicare

— Corna, corna, corna, bum! bum! Florent e Violaine si tengono vicini, faccia a faccia, testa...

Il “dopo di noi”

Il futuro dei portatori di handicap mentale, giovani o già adulti fa paura: quello che si desidera...

Sotto l’occhio dell’orologio

<span class="capolettera">P</span>ubblicato in Inghilterra nel 1987...

La madre di Davide

La trama del film Sally è la madre di David, un ragazzo disabile grave di sedici anni. Vive da...

Vivere l’autismo – Manuale di sopravvivenza per i genitori

È un manuale scritto anzitutto per i genitori. È anche una proposta di stretta collaborazione tra...

Che capisce? E noi?

Arme-Marguerite Vexian è ortofonista. Quindici anni fa si è specializzata nella rieducazione dei...

Associazione «Il Cantiere»

Grazie per il dono Al principio del luglio scorso sono passati per Roma, trattenendovisi per...

Il Mimo: momento di preghiera a Fede e Luce

Questa forma di drammatizzazione la ritroviamo addirittura come unica forma di linguaggio per...

Speciale Aktion T4

Le ombre si fanno densissime quando si tratta di raccontare l’operazione T4, e cioè lo sterminio su larga scala delle persone con disabilità ideato e praticato dal nazismo.

Copertina_OeL_153_2021
ULTIMO NUMERO

N. 153
Nello spazio e nel tempo

Nello spazio e nel tempo dunque, per ascoltare quelle vite e quelle storie “spesso dimenticate e volutamente escluse”, come scrive Cristina Tersigni nell’editoriale. “Avvicinarle significa curare e redimere, finalmente insieme, la nostra comune umanità invisibilmente fragile e ferita”…

Sostienici!

Con soli
2€
al mese puoi sostenere la redazione e la stampa del giornale.

35 anni di Ombre e Luci

Nel 1983, usciva il primo numero di Ombre e Luci. Per festeggiare questo compleanno speciale abbiamo cominciato a  digitalizzare tutti gli articoli, le foto, le testimonianze.

Speciale Cinema e Disabilità

Su queste pagine abbiamo più volte raccontato come sul grande schermo viene affrontato il tema della disabilità. Con questo speciale proviamo a fare il punto anche con il contributo di alcuni esperti del settore

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Home ultima modifica: 1917-09-27T10:06:42+00:00 da Redazione