Dialogo aperto n. 78

Dal vostro punto di vista: suggerimenti, commenti, critiche per la rivista… i problemi e le domande

Dove crescono i cocomeri di Cindy Baldwin – Recensione

La malattia ovviamente resta lì, ma è completamente cambiato il modo di affrontarla: è...

Nella casa di Dario

Nel 1979 vivevamo a Milano nel rione della parrocchia San Giuseppe della Pace. La...

La risposta di Gesù

«Rabbi, chi ha peccato lui o i suoi genitori?»: nel vangelo di Giovanni (9, 1-7) i...

Marie la strabica di Georges Simenon – Recensione

È una ragazzina ebete Marie, secondo il mondo; brutta, timida, impaurita e con un...

Marco Cavallo

Nella foto: Uno dei nipoti di Marco Cavallo che “vive” ancora al San Giovanni di Trieste...

Tra lame che affondano e ferite medicate

Ora che la separazione della morte mette la distanza necessaria per poterlo fare,...

Per una storia della disabilità

L'esame di Ludovica Qualche mese fa arrivò una lettera in redazione: era la nonna di...

A 4300 metri di altitudine – Newsletter n. 31

OL incontra... Anche solo perché, con i suoi 4300 metri di altitudine, è una delle città...

Il mostro che ha mangiato Gerardo

Nel 1533 l’imperatore Inca Atahualpa venne catturato dai conquistadores guidati da...

Ultimi articoli

Nella casa di Dario

Nella casa di Dario

Nel 1979 vivevamo a Milano nel rione della parrocchia San Giuseppe della Pace. La famiglia a quell’epoca era composta da me, mia moglie Irma e nostro figlio Paolo, un ragazzo con sindrome di Down di 16 anni. Uscendo dalla messa ci si avvicinò una signora, Giovanna...

Tutto quello che hanno detto di preciso

Tutto quello che hanno detto di preciso

Nella foto: Didattica a distanza, pranzo in presenza di Benedetta I professori hanno detto ai miei genitori che sono molto brava e lavoro tantissimo. Hanno detto che sono contenti. E che quando mi interrogano rispondo bene. Hanno detto che loro vedono che con tutti i...

Gianciotto Malatesta e i conti che tornano

Gianciotto Malatesta e i conti che tornano

A me Gianciotto Malatesta sta un bel po’ antipatico. Io però di questa storia dei cognati Paolo e Francesca non ho capito proprio un bel niente. Solo che sono tutti morti. La professoressa mi fa studiare la Divina Commedia di Dante Alighieri che viveva pure a Firenze...

Newsletter

Ricevi ogni mese la newsletter di Ombre e Luci.

Ognuno a modo suo

Dieci anni sono già trascorsi da quando ho iniziato con alcune amiche ad occuparmi del laboratorio...

«In casa nostra la cucina è chiusa a chiave»

«Mamma, ci sei?» è la voce di Eugenio che mi chiama distogliendomi dalla correzione dei compiti di...

Terapia della realtà, una sfida: la pedagogia della Condivisione

La condivisione diretta è una condivisione di vita — 24 ore su 24 — che ha per scopo la terapia e...

Quando la vita è così difficile

Io non sono capace di scrivere un articolo perché ho fatto solo gli studi elementari e questo fa...

Imparo a vestirmi da solo

Il testo offre una guida dettagliata ed ampiamente illustrata delle tecniche di vestizione...

Mi sentii tradita

È passato tanto tempo eppure mi sembra quasi di toccare quei momenti, certe emozioni che mi...

Una soluzione per i malati mentali – “Insieme si può”

Questa casa (e relativo laboratorio), per il recupero dei giovani (18-35 anni) malati mentali...

Dialogo Aperto n. 42

Grazie a te Ho inviato le quote degli abbonamenti 1993 per il rinnovo di OMBRE E LUCI. Spero che...

Lavorare con gli altri

Protagonisti di questo numero di Ombre e Luci sono sei giovani: Daniela, Luisa,...

Voglio Credere…

Dom Helder Càmara è morto lo scorso 27 agosto all’età di novant'anni. È stato arcivescovo della...

Speciale Aktion T4

Le ombre si fanno densissime quando si tratta di raccontare l’operazione T4, e cioè lo sterminio su larga scala delle persone con disabilità ideato e praticato dal nazismo.

Copertina_OeL_153_2021
ULTIMO NUMERO

N. 153
Nello spazio e nel tempo

Nello spazio e nel tempo dunque, per ascoltare quelle vite e quelle storie “spesso dimenticate e volutamente escluse”, come scrive Cristina Tersigni nell’editoriale. “Avvicinarle significa curare e redimere, finalmente insieme, la nostra comune umanità invisibilmente fragile e ferita”…

Sostienici!

Con soli
2€
al mese puoi sostenere la redazione e la stampa del giornale.

35 anni di Ombre e Luci

Nel 1983, usciva il primo numero di Ombre e Luci. Per festeggiare questo compleanno speciale abbiamo cominciato a  digitalizzare tutti gli articoli, le foto, le testimonianze.

Speciale Cinema e Disabilità

Su queste pagine abbiamo più volte raccontato come sul grande schermo viene affrontato il tema della disabilità. Con questo speciale proviamo a fare il punto anche con il contributo di alcuni esperti del settore

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Home ultima modifica: 1917-09-27T10:06:42+00:00 da Redazione