Autore: Mariangela Bertolini

Sempre di nuovo ci commuove

Sempre di nuovo ci commuove

“Sempre di nuovo ci commuove il Dio che si fa bambino, che si mette con delicatezza e rispetto nelle nostre mani affinché noi possiamo adorarlo, inginocchiandoci davanti alla sua piccolezza”, diceva Benedetto XVI nella Santa Messa della notte di Natale dello scorso...
Un giorno come un altro

Un giorno come un altro

Dice la sua mamma: “Natale è bello, ma per me è un giorno come un altro perché sono sola, con lui. Massimo è triste perché il suo papà se n’è andato, due anni fa. Io non riesco a parlargli come faceva lui. Massimo aspetta di vederlo apparire...
Se qualcuno bussa

Se qualcuno bussa

“Sono Roberto, sono venuto a mangiare a casa tua!È domenica, ora di pranzo. La tavola è già apparecchiata. Oltre ai miei sono previsti quattro ospiti. Roberto è giù al portone e aspetta la mia risposta. Mi prende sempre alla sprovvista. Ho un bel dirgli che mi...
C’è qualcosa di nuovo

C’è qualcosa di nuovo

Sono andata a cercare un libro da leggere nella biblioteca di un paese di villeggiatura. Aspettando il mio turno, ammiravo l’efficienza della persona incaricata della distribuzione: seria, ma cordiale; competente, disinvolta e carina. Ho visto poi che sedeva su una...
Le pagnottelle di S. Giuseppe

Le pagnottelle di S. Giuseppe

«Sai Mariangela, è tre volte che mi sogno il papa che fa una carezza a Francesca».Francesca ha dieci anni, è quasi immobile sulla carrozzina. Abita con la mamma, il papà e il fratellino in un piccolo paese del Sud.«Vorrei tanto, ma non oso sperarlo, che Francesca...

Fausta

Ci sono persone che, per essere ricordate, non hanno bisogno del cognome. Ti sei fatta chiamare così da tutti, semplicemente, come una di casa. Non avevi nemmeno bisogno di aggiungere “la mamma di Carla”, perché questa apposizione era ovvia: dovunque tu fossi o...
Sapersi meravigliare

Sapersi meravigliare

Sono seduta sulla terrazza del Miravalle, un ristorante di montagna dove sono venuta per prendere un aperitivo con mio marito. Sono in vacanza, in un paesino dolomitico; il nome «Miravalle» mi invita a contemplare la bellezza che mi sta davanti: cielo, montagne,...
Aspettate, arrivo!

Aspettate, arrivo!

Se ci si attacca troppo alla sicurezza, alle abitudini di ogni giorno, chiudendosi in se stessi, ci si accorge di non vivere più. La vita non ha bisogno solo di sicurezza, ma di avventura, di rischio, di novità, di dinamismo, di disponibilità agli altri. Troppi...
Quella lieve disabilità

Quella lieve disabilità

Li incontriamo per la strada, a scuola, nel quartiere, in parrocchia, nei negozi, al lavoro; e non li riconosciamo. I segni esteriori delle loro disabilità sono, a prima vista, quasi impercettibili.Si stima che, nella società in cui viviamo, le persone definite...
Dai nonni una tenerezza in più

Dai nonni una tenerezza in più

“Se almeno avessi mia madre…”“Quando c’era mia suocera, tutto andava meglio!”“Meno male che ogni tanto i nonni se lo prendono con sé…”“Solo il nonno lo sa prendere per il suo verso!” Ho sentito spesso queste frasi; ho ascoltato numerose...
La loro vita nei film

La loro vita nei film

Ora che il cinema , attraverso la televisione è entrato nelle nostre case, si ripropone, più di prima, come nuovo modo di divertire, ma anche di conoscere e di sapere. Come nella letteratura, gli argomenti più disparati si prestano a diventare film: avventura,...
Come fare una buona vacanza

Come fare una buona vacanza

Una vacanza per sé È sacrosanto che, dopo un anno di lavoro e di impegni, ci si ritagli una settimana o quindici giorni per fare un po’ di vacanza. Anche i genitori di figli disabili, ormai quasi tutti, hanno la possibilità di affidare i loro giovani a soggiorni...
Quando se ne vanno prima di noi

Quando se ne vanno prima di noi

Chi non l’ha provato, non può capire», mi diceva una mamma parlando del vuoto incolmabile lasciato dal suo bambino, gravemente disabile, volato in cielo a dodici anni. Chi non ha provato… si dice per ogni sofferenza sulla terra: bisogna percorrere la stessa...
Care sorelle, cari fratelli…

Care sorelle, cari fratelli…

Grazie di cuore a quanti di voi hanno risposto ai questionari con lettere e testimonianze. Grazie a quelli che sono venuti alla riunione di settembre. I vostri contributi ci hanno permesso di mettere insieme questo numero di Ombre e Luci, il terzo dedicato a voi (qui...
Sono molti ad aspettare

Sono molti ad aspettare

Non parlano quasi più, non gridano più. Non hanno più niente da dire. Continuano a vivere la loro vita di ogni giorno, trascinando le incombenze mille volte ripetute. Sono mamme e papà anziani, logorati da una vita difficile; vivono da sempre con un lui o una lei che...
In pizzeria

In pizzeria

Sere fa, ero in pizzeria con il gruppo di FL del quale faccio parte da molti anni. Li guardavo, questi nostri «ragazzi» non più ragazzi; sei di loro hanno più di quarantanni, gli altri, più di trenta. Alcuni di loro non hanno più i genitori, la maggior parte vive con...
Ai genitori e agli amici

Ai genitori e agli amici

Una famiglia «così» ha bisogno, più delle altre, di aiuto e di un aiuto speciale. Questa, in sintesi, la tesi presentata da una mamma nel primo articolo di questo numero e dal racconto-testimonianza di un’altra mamma intitolatogli tuo nome è trappola», uno dei libri...
Quelli più simili a Lui

Quelli più simili a Lui

Quella banale ammirazione che dimostriamo verso le persone belle d’aspetto e l’altrettanto ovvia disapprovazione manifestata verso chi tale non è, chi, esteriormente, non è proprio tutto «regolare» secondo schemi tradizionali, col passare degli anni, mi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi