Ombre e Luci n. 64 – Alla ricerca di chi sa accogliere

Anno XVI – Numero 4 – Ottobre – Novembre – Dicembre 1998

In questo numero:

Sentire la fine del mondo

Sentire la fine del mondo

Arrivò nelle sale l’11 settembre 2002, il film ideato appositamente per commemorare la data fatidica di un anno prima, 11 settembre 2001: composto da 11 cortometraggi della durata di 11 minuti 9 secondi e un fotogramma, per i quali ogni regista selezionato potè...

leggi tutto
Sogni per niente speciali

Sogni per niente speciali

Un fornaio entra dal barbiere e vede un nuovo assunto tra i collaboratori: si chiama Paul e ha la sindrome di Down. Il fornaio fa un mezzo sorriso soddisfatto ma non immagina che il ragazzo sia lì proprio grazie a lui. È la scena finale di una pubblicità per la...

leggi tutto
Dietro le quinte di un’assunzione

Dietro le quinte di un’assunzione

Non hanno avuto dubbi i genitori di Silvia a scommettere sul bene che la figlia avrebbe potuto ottenere chiedendo di rivedere la sua categoria di inabilità al lavoro data dalla certificazione di invalidità al 100%. Qualche dubbio in più, hanno ammesso, lo hanno avuto...

leggi tutto
Mi sento grande

Mi sento grande

Ciao! Mi chiamo Silvia, ho 29 anni, abito a Locate Triulzi, ma da quasi tre anni vivo alla Casa Comune nel quartiere Isola di Milano insieme ad altre ragazze per l’esperienza del “dopo di noi”, ho due fratelli e due nipotini. Lavoro già da un po’ al McDonald’s in un...

leggi tutto
Il magazine di chi scrive con gli occhi

Il magazine di chi scrive con gli occhi

C'è un film del 2007 diretto da Julian Schnabel che s’intitola Lo scafandro e la farfalla e si basa sull’omonimo libro autobiografico di Jean-Dominique Bauby, in cui quest’ultimo descrive la sua vita dopo aver avuto un ictus ed essere rimasto, all’età di 43 anni,...

leggi tutto
Il cieco che non voleva vedere Titanic

Il cieco che non voleva vedere Titanic

Non capiterà molte altre volte di vedere un film i cui titoli di testa sono scritti in braille e letti dalla voce di un assistente vocale. È proprio così che inizia Il cieco che non voleva vedere Titanic, inteso come il celebre film di James Cameron. Poi vediamo una...

leggi tutto
Cronache da Venezia 78

Cronache da Venezia 78

Era stata unica ma non irripetibile, la 77ma edizione della Mostra del Cinema di Venezia dello scorso anno. A Venezia 78 abbiamo ritrovato le stesse regole sanitarie di un anno fa: controllo della temperatura, distanziamento e mascherine nelle sale, tappeto rosso...

leggi tutto
Incapace di reinventarsi

Incapace di reinventarsi

Un batterista perde gran parte dell’udito all’improvviso: i suoni diventano ovattati, si sente come separato dal resto del mondo. Sarebbe destabilizzante per chiunque, ma per chi usa l’udito per lavoro è un colpo durissimo. Ruben (Riz Ahmed) ha un atteggiamento di...

leggi tutto
Pablo, che vede il mondo a modo suo

Pablo, che vede il mondo a modo suo

Si chiama Pablo, ha 5 anni, ama disegnare ed è il protagonista di una nuova serie animata inglese. È intelligente e molto sensibile, spesso smarrito di fronte a persone che non conosce, spaventato dalle feste affollate, turbato quando perde un oggetto. Davanti a...

leggi tutto
Dialogo Aperto n. 154

Dialogo Aperto n. 154

Prenotata e vaccinata Cari amici, sono contenta di scrivere che il giorno 11 maggio ho fatto il vaccino! Sul braccio sinistro ed è andato tutto ok. La sera, prima di andare a letto ho preso una compressa di tachipirina e poi ho dormito bene ed il giorno dopo non avevo...

leggi tutto
E adesso viene il bello – Newsletter n. 35

E adesso viene il bello – Newsletter n. 35

Paralympian del collettivo giapponese GOO CHOKI PAR è il poster ufficiale delle Paralimpiadi di Tokyo. Il trio di artisti ha realizzato anche altri 22 poster, uno per ogni disciplina paralimpica.Dall'archivio Con il ricordo ancora vivido delle Olimpiadi appena...

leggi tutto
Il mio amico Gimbo ha vinto le Olimpiadi

Il mio amico Gimbo ha vinto le Olimpiadi

Il mio amico Gimbo ha vinto le Olimpiadi. Lui mi fa sempre divertire tantissimo. Lui è molto simpatico. Scherza. Mi fa ridere quando mi manda i video e dice “Benedettaaaaaaaaa”. Siccome c’è il covid mi spiace che sono tanti mesi che io non lo vedo di persona. Perché...

leggi tutto
Piccole cronache dalla Lunigiana

Piccole cronache dalla Lunigiana

Antonietta, Egiziana e Silvia si sono messe al lavoro per aggiornarci sulle loro due comunità, le più “settentrionali” della provincia Kimata: ai piedi delle Alpi Apuane, una rete di amicizia come quella delle comunità Fede e Luce può fare per molti la differenza....

leggi tutto
Zero to Hero: la storia di So Wa Wai

Zero to Hero: la storia di So Wa Wai

Per il secondo anno consecutivo il Far East Film Festival, principale appuntamento europeo con il cinema popolare asiatico, è stato spostato in avanti di un paio di mesi, a fine giugno. Come sono stati spostati in avanti, di ben un anno, i Giochi Paralimpici di Tokyo....

leggi tutto
Padel, una parola che non si capisce

Padel, una parola che non si capisce

Io non ho capito perché chiamano padel i racchettoni. Quando mi hanno invitata ad andare a vedere il torneo di padel di Athletica Vaticana io non capivo che cosa era, che cosa facevano e che cosa dovevo fare io. Io padel non sapevo cosa voleva dire. Quando mi invitano...

leggi tutto
Eliminarli dalla nostra vista

Eliminarli dalla nostra vista

La gratuità degli esami diagnostici prenatali favorisce ulteriormente la ricerca e l’individuazione precoce delle anomalie genetiche, di cui la più nota è la sindrome di Down. Consequenziale è il ricorso all’aborto, diffusissimo nei Paesi del nord Europa, in alcuni...

leggi tutto
Chi mettere al centro dell’obiettivo?

Chi mettere al centro dell’obiettivo?

«Posso sentire le parti della macchina e capire i problemi dei motori solo ascoltando i loro suoni. Questo mi aiuta a realizzare un buon lavoro». Siamo a Trinidad, Cuba, è il 2016. Un meccanico sorride davanti al cofano sollevato di un’automobile, parcheggiata lungo...

leggi tutto
Con gli occhi di Corrado

Con gli occhi di Corrado

Quando ho iniziato a scrivere non sapevo da dove cominciare. Raccontare e mettere in ordine i pensieri, non sempre è facile. Ho deciso di chiudere gli occhi per qualche istante, e provare a cercare dentro di me un’immagine, il ricordo più nitido che avevo dei...

leggi tutto
Cosa c’è sotto gli aggettivi

Cosa c’è sotto gli aggettivi

Cos’è bello? Chi definisce cosa sia bello e cosa brutto? “Bello” e “brutto” sono aggettivi qualificativi, che aggiungono qualità a ciò che si sta descrivendo dal punto di vista dell’osservatore, esattamente come “alto” o “basso” dipendono dalla prospettiva di colui...

leggi tutto
Inneschiamo la valanga?

Inneschiamo la valanga?

«Rimango a fissarmi nello specchio di papà per forse venti minuti. Non capisco. A me sembra di essere carina. Perché gli altri non vedono ciò che vedo io?» si chiede la tredicenne Maleeka, protagonista di The Skin I’m In. Il colore della mia pelle di Sharon G. Flake...

leggi tutto
Nove punti

Nove punti

Nove punti disposti su tre linee a distanza regolare devono essere uniti da un massimo di quattro righe senza mai alzare la matita dal foglio (conoscete la risposta? Provate prima di proseguire). Nella maggior parte dei casi, chi cerca una soluzione a questo gioco...

leggi tutto
Atipici – Newsletter N. 34

Atipici – Newsletter N. 34

Dall'archivio «Come reagire di fronte a un neonato che non vi tende le braccia e rifiuta ogni contatto fisico? Come comportarsi con un bambino che, invece di abbracciarvi, vi morde o vi graffia e che, quando lo lasciate, non piange mai?» Arme-Marguerite Vexian...

leggi tutto
Di viaggi in Antartide e ragazzi atipici

Di viaggi in Antartide e ragazzi atipici

Ci era già piaciuta al lancio, e ora che si è conclusa Atypical si conferma come una delle serie che meglio rappresenta le dinamiche relazionali di un ragazzo autistico. La quarta e ultima stagione della serie creata da Robia Rashid è uscita il 9 luglio su Netflix,...

leggi tutto

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Ombre e Luci n. 64 – Alla ricerca di chi sa accogliere ultima modifica: 1998-12-24T15:31:37+00:00 da Redazione