Numero 150 – Protagonisti

Anno 38, 2020 – Trimestrale: Aprile, Maggio, Giugno

In questo numero
«Nell’Antica Grecia era vietato alle donne fare le attrici, ed erano perciò gli uomini a interpretare i ruoli femminili. Se qualcuno piombasse sulla terra in questo 2020 potrebbe facilmente credere che un analogo divieto viga in tema di schermo e disabilità: nella stragrande maggioranza dei casi, infatti – scrive Giulia Galeotti – non sono attori e attrici con handicap a interpretare i relativi personaggi». Partendo da questa assenza, il focus del nuovo Ombre e Luci (che poi è il n. 150!) racconta le volte in cui la disabilità è invece protagonista dello schermo: che si tratti di un attore italiano costretto a tuffarsi in boxer (Daniele Cogliandro) o di un’attrice inglese così convincente al provino da far riscrivere la trama di una serie tv (Ruth Madeley), di cartoni animati o della fondazione Ruderman che promuove una corretta rappresentazione dell’handicap sullo schermo. Non sono dettagli: vedere la disabilità significa accettarla; e vederla ben raccontata significa accertarla nel modo giusto. Tra gli altri articoli, la forte e poetica testimonianza di Lucina Spaccia; il progetto Sensuability su sesso e disabilità (Matteo Cinti); i viaggi di Ombre e Luci: con l’intervista di Cristina Tersigni a Olga Gurevitch arriviamo fino in Russia, mentre Enrica Riera ripercorre l’itinerario al contrario di don Panizza, prete operaio che nel 1976 lascia la Lombardia per Lamezia Terme. Il resto, lo scoprirete da soli ricordando però, sempre, come scrive Tersigni nell’editoriale, che “la speranza fiorisce nell’essere insieme

SOMMARIO

Editoriale
E sono 150! di Cristina Tersigni

Focus: Piccolo e grande schermo 
La varietà in cui viviamo di Giulia Galeotti
Interpreti di se stessi di Giulia Galeotti
Give Me Liberty di Claudio Cinus
Years and Years di Matteo Cinti
Quando ha recitato sottovento di Daniele Cogliandro
Due fratelli e la brigata inglese di Giulia Galeotti
…e per approfindire, c’è il nostro speciale Cinema e disabilità.

Intervista
Corrispondenze (e zoomate) dalla Russia di Cristina Tersigni

Testimonianze
Una piccola malga di Lucina Spaccia

Dall’archivio
Abitare la speranza di Mariangela Bertolini

Associazioni
Risposte concrete per bisogni concreti di Enrica Riera

Fede e Luce
Vicini a distanza di Angela Grassi

Spettacoli
La sfida di rileggere le scene del cinema di Matteo Cinti

Rubriche
Dialogo Aperto n. 150
Vita Fede e Luce n. 150

Libri
Il dono oscuro di John M. Hull
I bambini sono speranza di Papa Francesco
Diversi di Gian Antonio Stella
Tempo di imparare di Valeria Parrella

Diari
La differenza tra Shakespeare e Insinna di Benedetta Mattei
Come sono cambiato in questi anni di Giovanni Grossi

In questo numero

Il dono oscuro

Il dono oscuro

Ci sono storie capaci di spalancarci davanti mondi inimmaginabili, come fa lo strepitoso diario di John M. Hull (1935-2015), appena ripubblicato da Adelphi, in cui il teologo australiano ripercorre la sua lenta discesa verso la cecità totale a quarant’anni. Nei tanti...

leggi tutto
Diversi

Diversi

Gian Antonio Stella ricostruisce in questo saggio divulgativo le vicende di molte persone più o meno note, i loro drammi e i loro grandi doni; il cui rapporto con il mondo è stato determinato da disabilità fisiche congenite, acquisite, disabilità mentali, malattie...

leggi tutto
I bambini sono speranza

I bambini sono speranza

«Balla ed esprimi l’allegria che c’è nel tuo cuore. Balla adesso che sei un bambino, così non sarai troppo serio quando diventerai grande». Papa Francesco ama rivolgersi ai bambini, parlare con loro, ascoltarli, osservarli mentre davanti a lui si comportano con una...

leggi tutto
La differenza tra Shakespeare e Insinna

La differenza tra Shakespeare e Insinna

Scrivere Shakespeare ci impiego tutto il giorno. E sbaglio. Ma come si è fatto chiamare questo qui? Io mi chiamo Benedetta! È facile scrivere Benedetta. Questo qui invece non si sa come scrivere e poi quando lo leggi devi dire un altro nome. Non ho capito ancora...

leggi tutto
Tempo di imparare – Recensione libro

Tempo di imparare – Recensione libro

«Handicap non è una parola molto facile da far germogliare. Però curati ogni giorno di tenerla umida e coperta, per vedere cosa nasce». È il 2014 quando Valeria Parrella firma il meraviglioso romanzo Tempo di imparare in cui canta un percorso – accidentato ma ricco di...

leggi tutto
Vicini a distanza

Vicini a distanza

Il primo giorno, quel benedetto 21 febbraio, ho subito scoperto che un abbraccio potesse essere pericoloso. Qui, vicino a Milano, a molti capita di andare per lavoro in altre province. Anche nel Basso Lodigiano. Ecco, persone care erano state proprio lì. Come fare a...

leggi tutto
Risposte concrete per bisogni concreti

Risposte concrete per bisogni concreti

Questa è la storia di don Giacomo Panizza, prete operaio oggi settantatreenne che nel 1976 decide di lasciare la Lombardia per trasferirsi in Calabria, senza tornare mai più indietro. «Mi trovavo in visita – racconta con leggero accento bresciano – alla comunità di...

leggi tutto
Corrispondenze (e zoomate) dalla Russia

Corrispondenze (e zoomate) dalla Russia

«Due settimane fa (primi di aprile, ndr) ho chiamato la mia amica Valentina della comunità di Santa Silvia di Roma per chiedere come stavano nella mia amatissima Italia. Ero al mercato per la spesa settimanale e per un po’ di scorte, perché non si sa mai. L’indomani...

leggi tutto
Due fratelli e la brigata inglese

Due fratelli e la brigata inglese

Venti puntate di sei minuti ciascuna per Lampadino e Caramella nel Magiregno degli Zampa, cartone animato di Rai Yoyo rivolto a bambini dai 2 ai 6 anni. Realizzato dalla società romana Animundi, la particolarità di questo cartone è di essere pensato per tutti i...

leggi tutto
Quando ho recitato sottovento

Quando ho recitato sottovento

Tutto è cominciato quando frequentavo l’associazione down di Roma, era l’anno 2000. Sono stato convocato insieme ad altri ragazzi dal regista Stefano Vicario, che cercava un ragazzo down per il suo film ambientato su una bellissima barca a vela. Sono stato scelto per...

leggi tutto
Years and Years

Years and Years

Da poco disponibile in Italia, la serie tv Years and Years (2019) è stata al centro dell’interesse di diversi critici e del pubblico inglese. Ruth Madeley, una delle protagoniste, è infatti un’attrice con la spina bifida che interpreta Rosie, mamma single con la...

leggi tutto
Give Me Liberty

Give Me Liberty

Nato in Unione Sovietica, per inseguire il sogno di diventare regista Kirill Mikhanovsky si è trasferito negli Stati Uniti, a Milwaukee, mantenendosi attraverso vari lavori, tra cui l’autista di un pulmino per persone con disabilità. Questa duplice esperienza di vita...

leggi tutto
Interpreti di se stessi

Interpreti di se stessi

Nell’Antica Grecia era vietato alle donne fare le attrici, ed erano perciò gli uomini a interpretare i ruoli femminili. Se qualcuno piombasse sulla nostra terra in questo 2020 potrebbe facilmente credere che un analogo divieto viga in tema di schermo e disabilità:...

leggi tutto
La varietà in cui viviamo

La varietà in cui viviamo

Nel bel mezzo della crisi globale scatenata dal covid-19, abbiamo dovuto ripensare temi e argomenti di Ombre e Luci: ciò che avevamo preparato sarebbe stato stonato in questo tempo sospeso, difficile e nuovo. E abbiamo ritenuto che immergerci nei racconti di queste...

leggi tutto
Una piccola malga

Una piccola malga

Nel quadro della memoria l’immagine dominante è l’abito che indossavo. Non so perché, ma ogni volta che ripenso a quel primo ottobre di più di vent’anni fa, mi rivedo nel tailleur di lino ecru. Forse perché con quell’abito mi riprendevo un ruolo, un senso, un essere,...

leggi tutto
E sono 150!

E sono 150!

Centocinquanta numeri di Ombre e Luci, tappa da segnare in un viaggio speriamo ancora lungo e ricco di incontri. Storie, parole, linguaggi e immagini che cerchiamo con cura per ogni numero della rivista, per raccontare quanto sia necessario essere in relazione, nella...

leggi tutto
La sfida di rileggere le scene del cinema

La sfida di rileggere le scene del cinema

Che il sesso sia argomento di dibattito a Ombre e Luci lo sappiamo bene, ancor più quando si va a fondo nelle dinamiche affettive delle persone con disabilità. Emerge spesso la convinzione che una disabilità fisica o cognitiva non possa convivere con l’erotismo e il...

leggi tutto

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Numero 150 – Protagonisti ultima modifica: 2020-05-08T08:46:51+00:00 da Redazione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi