Numero 158 – Perché?

Anno 40 – Numero 1 – Aprile – Maggio – Giugno 2022

Copertina_OeL_157_2022

In questo numero:

 

Mi piace andare al mare

Mi piace andare al mare

Io quando non voglio stare nella mia camera, a vedere foto, dico a mia madre che cuce e fa le pigotte: «Cosa facciamo oggi che è una bella giornata di sole?» Non abbiamo altro posto oltre Nettuno, dove c’è la casa. Dalla finestra vedo il treno, appena arrivato. Io non...

leggi tutto
Qualche volta voglio e qualche volta no

Qualche volta voglio e qualche volta no

Allora, sono stata a Montevarchi col treno a trovare la mia amica Sara. Poi sono stata interrogata a francese e accoglienza. Ho fatto la partita con la As Roma under 17 e ho fatto un gol e un assist. E ho tante cose da fare a maggio e a giugno. Torno pure a...

leggi tutto
Specialità? «Catechista!»

Specialità? «Catechista!»

In un messaggio giunto in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, sentii papa Francesco parlare della possibilità di affidare anche alle persone con disabilità dei ministeri, come quello di chierichetto o di catechista, per essere...

leggi tutto
Riannodare il filo

Riannodare il filo

Sopravvivere alla morte di una persona cara è uno degli eventi più terribili che si possa affrontare. Quando si tratta di un figlio, il dolore, l’annichilimento e la percezione di fallimento sono soverchianti e incontenibili. Sopravvissuti. Così vengono definiti i...

leggi tutto
Cammino di trasformazione

Cammino di trasformazione

Il gruppo Nain si incontra una volta al mese a Romena, in Toscana, per intraprendere un cammino di trasformazione. I genitori che lo desiderano possono piantare un mandorlo in ricordo del proprio figlio. Qui, l’aspetto più importante è stato quello di incontrare dei...

leggi tutto
Affrontare la perdita

Affrontare la perdita

John, un uomo con la sindrome di Down, aspettava fuori da un cimitero. Gli era stato detto che la mamma era partita, e lui la stava aspettando. La verità era che la mamma era morta ma nessuno aveva avuto il coraggio di dirglielo. Di conseguenza, non aveva perso solo...

leggi tutto
«Papà, dove sei?»

«Papà, dove sei?»

È finalmente arrivato agosto. In Calabria il caldo è opprimente e la famiglia di Silvia, ormai in vacanza, si gode un tempo insieme: mamma, papà e i tre figli. Vivono a Roma da diversi anni, ma è in Calabria che hanno i parenti più stretti e gli amici più cari. Solo...

leggi tutto
Sono Vincent e non ho paura – Recensione

Sono Vincent e non ho paura – Recensione

Dicono i dati che il bullismo stia crescendo in modo esponenziale nei corridoi delle scuole italiane, minando alla radice le basi stesse della crescita individuale di vittime e carnefici, e del vivere civile. Tra i vari libri dedicati a questa piaga, segnaliamo il...

leggi tutto
Serve davvero pregare per la pace?

Serve davvero pregare per la pace?

Sono giorni davvero difficili e carichi di angoscia per la guerra scoppiata in Ucraina e ogni giorno ci giungono notizie di scontri armati, morte e distruzione. È un’angoscia che ci prende pensando alle popolazioni civili, a tante persone che stanno soffrendo e che,...

leggi tutto
Fotografie da Chernobyl all’Afghanistan

Fotografie da Chernobyl all’Afghanistan

L'energia nucleare è un tema che divide l’opinione pubblica da anni. Forse proprio per questo il documentario I’m So Sorry, passato a Cannes nel 2021, è stato quasi ignorato da noi, con l’eccezione dell’Across Asia Film Festival di Cagliari che ne ha proposto...

leggi tutto
Modus navigandi – Recensione

Modus navigandi – Recensione

Trasformare una spiaggia, terra naturalmente di confine, in un’aula montessoriana, rappresenta il contesto ideale non solo per imparare a seguire il vento, conoscere il mare e navigare ma anche per proporre un’importante educazione al sentire di bambini e giovani di...

leggi tutto
«Siamo una rivoluzione» – Recensione

«Siamo una rivoluzione» – Recensione

Lei, una bomba: giornalista, fondatrice del movimento The Catholic Worker e del mensile omonimo, attivista, pacifista, anarchica, convertita da adulta, ragazza madre, odiata da cardinali e Fbi. Con picchetti, file per il pane e case dell’ospitalità, Dorothy Day...

leggi tutto
Per sempre, altrove – Recensione

Per sempre, altrove – Recensione

La devastazione prodotta dalla malattia mentale, il terremoto causato dalla migrazione in chi parte e in chi resta: le ferite sono tante. Eppure questo romanzo rivela anche che può esistere un balsamo (per citare Etty Hillesum) per lenirle, quelle ferite terribili:...

leggi tutto
Perché?

Perché?

Difficile comprendere e accettare il mistero della morte: ogni volta che sperimentiamo la perdita di una persona cara, un terremoto ridefinisce i contorni e gli scopi della nostra stessa vita mettendoci in contatto con le nostre fragilità più profonde. Mai scontata,...

leggi tutto
Tifosi dell’accessibilità

Tifosi dell’accessibilità

È una storia d’amore per il calcio, inteso quale momento di socialità e aggregazione, ma anche di solidarietà e unione straordinaria. A raccontarla è uno dei suoi protagonisti, Mariano Iusi, 39enne cosentino, convivente con l’atrofia muscolare spinale e, dunque,...

leggi tutto

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Numero 158 – Perché? Elaborare il lutto ultima modifica: 2022-05-26T13:25:59+00:00 da Redazione