Numero 147 – Girotondo di anime

Anno 37, 2019 – Trimestrale: Luglio, Agosto, Settembre 

In questo numero
«Quel piccolo Marco oggi mi direbbe: don, stai attento a non perdere di vista Lucrezia! Fai quello che devi fare, ma non perdere la relazione con lei!»: così il neo assistente internazionale di Fede e Luce chiude l’intervista in questo numero di Ombre e Luci. Chi è Lucrezia? E che relazione deve tenere in piedi don Bove, folgorato dal movimento nel lontano 1983, per mantenere fede alla sua vocazione? L’intervista si inserisce nel numero Girotondo d’anime dedicato a spiritualità e disabilità: un numero che dà voce a tutta la ricchezza che abbiamo conosciuto negli anni (il gesuita Paul Gilbert racconta di aver capito cosa voglia dire essere sacerdote proprio in una comunità di Fede e Luce), ma anche ai tanti, troppi problemi che persistono («Ancora non si vedono i frutti di una diffusa e vera inclusione spirituale, anche nella disabilità», ricorda l’editoriale). Leggerete testimonianze di religiosi, storie di religiose, riflessioni da convegni in tema; ascolterete domande scomode e dolorose, risposte incoraggianti, e sentirete cosa studiosi e studiose propongono per arrivare a una teologia che sia meno disabilitante. Insomma, tantissimi spunti di riflessione da approfondire, smentire o far fruttare nei prossimi mesi.

SOMMARIO

Editoriale
Chi cura le anime? di Cristina Tersigni

Focus: Spiritualità e disabilità
La Chiesa ci accoglie davvero? di Giulia Galeotti
Uno dei tanti di Roberto Brandinelli
Ma stai pensando a me? di Sergio Sciascia
Una dedica che andrebbe cambiata di Gianni Marmorini
Per una teologia meno disabilitante di Luca Badetti

Intervista
Lucrezia e il Marco di ieri e di oggi di Giulia Galeotti

Testimonianze
L’alfabeto che manca di Serena Sillitto

Dall’archivio
Cosa dirvi di più? di Stéphane Desmandez

Associazioni
Catalogo di prelibatezze di Enrica Riera

Fede e Luce
A metà tra un conclave e una seduta di autocoscienza di Serena Sillitto

Spettacoli
Il cantiere delle buone notizie di Alessandra Moraca

Rubriche
Dialogo Aperto n. 145
Vita Fede e Luce n. 145

Libri
La tua vita e la mia di Majgull Axelsson
Questa è bella! La storia di Rospella di Anna Sarfatti
Per tutti persone di Azione Cattolica Ragazzi
Amore caro di Clara Sereni

Diari
Sempre di Benedetta Mattei
Ogni tanto dobbiamo svagarci di Giovanni Grossi

In questo numero

Ma stai pensando a me?

Ma stai pensando a me?

Suor Paola Romanelli ottantenne bianca bianca piccoletta cammina tenendo il braccio di Chala, sedicenne nero nero lungo. Chala amava al massimo sedere al posto di guida di un’auto e rimanere lì: quando poteva si infilava in qualsiasi auto che avesse lo sportello...

leggi tutto
Uno dei tanti

Uno dei tanti

Ho conosciuto Fede e Luce dieci anni fa, quando mi trovavo a Roma a lavorare alla revisione delle Costituzioni dell’Ordine religioso al quale appartengo. Un mio confratello me ne parlò e mi chiese la disponibilità a prendere il suo posto come assistente di una...

leggi tutto
Vita Fede e Luce n. 147

Vita Fede e Luce n. 147

La formazione che ci fa muovere Da tempo il consiglio provinciale desiderava un weekend di formazione e a fine marzo, finalmente, lo abbiamo realizzato. Presenti i responsabili di Piemonte, Veneto e Lombardia. Mancavano purtroppo i responsabili della Galilea (in...

leggi tutto
Per una teologia meno disabilitante

Per una teologia meno disabilitante

Cosa può rivelarci la disabilità su Dio e su noi stessi? È da questa domanda che può scaturire una teologia della disabilità. Una teologia che prende sul serio la disabilità come filtro interpretativo per capire meglio chi è la persona umana e chi è Dio.Se vogliamo...

leggi tutto
La Chiesa ci accoglie davvero?

La Chiesa ci accoglie davvero?

«Quando i miei figli erano piccoli io e mia moglie ci ostinavamo a portarli a messa tutti e cinque insieme a noi. (…) Era un modo per testimoniare, per dire che fare figli, avere una bella famiglia fa parte dell’essere cristiani e arricchisce la comunità. E per dire...

leggi tutto
L’alfabeto che manca

L’alfabeto che manca

«Sono Matteo e ho una disabilità molto grave ma se sono qui vuol dire che molte barriere sono state eliminate» scrive sul telefonino della mamma un ragazzo autistico estremamente consapevole di se stesso e del mondo che lo circonda. Lo ha fatto intervenendo, in tandem...

leggi tutto
Chi cura le anime?

Chi cura le anime?

Alla fine di ottobre si ritroveranno a Roma alcuni assistenti spirituali delle comunità di Fede e Luce per un incontro di formazione. Il movimento considera indispensabile la loro presenza per la crescita spirituale di ciascuno. Non è però scontato che sacerdoti,...

leggi tutto
Cosa dirvi di più

Cosa dirvi di più

Stéphane Desmazières, nono figlio di una famiglia del Nord della Francia, prete nella diocesi di Lilla, per tredici anni vescovo di Beauvais, all’età del ritiro ha scelto la vita all’Arche. Ha vissuto due anni nel «focolare» dell’Ermitage a Trosly-Breuil, poi si è...

leggi tutto
Loading Facebook Comments ...

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Numero 147 – Girotondo d’anime ultima modifica: 2019-10-18T15:51:09+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi