Numero 112 – Sul far della sera

Anno 28 – Numero 4 – Ottobre – Novembre – Dicembre 2010

Copertina_OeL_156_2021

In questo numero:

 

L’oro che sta per terra

L’oro che sta per terra

Quando ricevo una telefonata di un appuntamento, sono contento perché significa che devo andare, partire per un posto con una motivazione importante per stare assieme agli altri. Nel weekend io so che nel fine settimana sono impegnato! Quando è arrivato il momento di...

leggi tutto
È nato qualcosa che nessuno aveva previsto

È nato qualcosa che nessuno aveva previsto

Quando il nostro coordinatore internazionale, Raul Izquierdo Garcia, al termine del suo discorso, ha salutato il Papa dicendogli che, a nome delle comunità di tutto il mondo, lo abbracciava «come solo i nostri ragazzi con disabilità mentale sanno fare», Bergoglio...

leggi tutto
Loïc che oggi continua a benedirci

Loïc che oggi continua a benedirci

Loïc è l’unico membro della famiglia Proffit ancora in vita. Oggi ha 65 anni e vive all’Arca a Trosly. I suoi genitori, Camille e Gérard, erano agricoltori e vivevano nel dipartimento della Somme, nella Francia del Nord. Si erano sposati nel 1955 e sognavano una...

leggi tutto
Jerome Lejeune

Jerome Lejeune

Un ruolo importante in vista del pellegrinaggio lo giocò Jérôme Lejeune, il genetista noto per aver individuato la causa della sindrome di Down nella trisomia del 21° cromosoma. Fu lui a fugare i timori degli organizzatori «su possibili ripercussioni nefaste del...

leggi tutto
Il mistero del London Eye – Recensione

Il mistero del London Eye – Recensione

Ted ha una famiglia affettuosa ma non ha amici: come dice lui stesso, ha un cervello con un «sistema operativo» differente. Si intuiscono in lui i tratti della sindrome di Asperger, mai nominata, con le sue difficoltà a interpretare i comportamenti sociali; eppure, è...

leggi tutto
Dialogo Aperto n. 156

Dialogo Aperto n. 156

Finalmente si torna a lavoro Cara redazione, eccomi qui con la divisa da lavoro! Due settimane fa il mio capo mi ha mandato un messaggio per dirmi che la mensa di Assago dove ho lavorato fino a prima del lockdown, riapriva! Sono solo 2 ore, dalle 13 alle 15 in...

leggi tutto
Speranza – Recensione

Speranza – Recensione

È uno scrigno, un genio vero, una di quelle persone che nel tempo impari ad apprezzare sempre un tantino in più. Si chiama Gianni Rodari, e le storie, le filastrocche, le parole, le illuminazioni, le intuizioni che ci ha lasciato sono nutrimento vero per piccini e per...

leggi tutto
Noi due siamo uno – Recensione

Noi due siamo uno – Recensione

Ha fatto un gran lavoro Matteo Spicuglia, ricostruendo in Noi due siamo uno la storia di Andrea Soldi, quarantacinquenne torinese schizofrenico morto il 5 agosto 2015 per un Tso. Giornalista incaricato di seguire il processo per omicidio colposo che vede imputati i...

leggi tutto
Dai tram notturni alle luci del palco

Dai tram notturni alle luci del palco

«Era il 2015, allora di notte conducevo i tram dell’Atm, l’azienda di trasporti di Milano, e di giorno, essendo fisioterapista, seguivo la Nazionale Italiana Artisti TV e l’associazione Colorado Charity Team: qui incrociai il mondo della comicità e quello...

leggi tutto
Le donne e gli uomini della seconda fila

Le donne e gli uomini della seconda fila

Cari amici, vorrei provare a guardare al Natale con gli occhi di Giuseppe di Nazaret. A Natale gli occhi di tutti sono fissi sul Bambino e sua Madre, perciò san Giuseppe rischia di diventare un protagonista secondario, se non proprio una comparsa. In realtà la Lettera...

leggi tutto
Poco a sud dell’Equatore

Poco a sud dell’Equatore

«Belvanie una volta mi ha detto: “Se non puoi amarmi tu, non potrà farlo nessun altro”. Fu una doccia fredda: significava che quelle che mi sembravano piccole cose insignificanti rappresentavano tutto per lei. Il percorso scolastico, l’alfabetizzazione di base...

leggi tutto
Stupiti e grati

Stupiti e grati

«Fede e Luce è la nostra storia, la nostra vita, la nostra casa, alla quale abbiamo cercato di aggiungere, tramite il Carro, un tetto reale per la vita di ogni giorno. Ci auguriamo che questo inaspettato riconoscimento possa rappresentare per tutta Fede e Luce un...

leggi tutto
Quel che si guarda ma non si vede

Quel che si guarda ma non si vede

Diego (Stefano Accorsi) viene convocato da Paris (Thomas Trabacchi), responsabile del centro diurno che accoglie persone con fragilità psichica. I due hanno una conversazione e Diego cerca di spiegare all’esperto cosa, a volte, lo faccia innervosire (del resto Diego è...

leggi tutto

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Numero 112 – Sul far della sera ultima modifica: 2010-11-25T08:06:29+00:00 da Redazione