N. 82

Recenti

Dall’archivio

Vogliono sposarsi. Cosa decidere?

Brigitte de Montivault responsabile di case-famiglia da 25 anni, spiega a quali condizioni – secondo la sua esperienza – è possibile passare dal sogno (del matrimonio) alla realtà

Amore e disabilità in casa famiglia

Baudoin Gautier, direttore di un Centro diurno che ha fondato, con la moglie Jannick, dal 1987 alcune Case-famiglia di ispirazione cristiana che accolgono adulti portatori di handicap mentale, spiega quale risposta dare ai bisogni affettivi e sessuali delle persone accolte.

Sessualità e disabilità: il meglio e il peggio

La persona con ritardo mentale conosce nella sua vita affettiva e sessuale gli stessi desideri e le stesse sofferenze di ogni altra persona. Jean Vanier, fondatore dell’Arca e autore del libro sull’argomento “Uomo e donna li fece”, analizza le contraddizioni profonde che sono in tutti noi.

Sessualità e disabilità: non aspettate a parlarne presto

Consultata da molti anni per il suo sapere e la sua pedagogia, la professoressa Marie Odile Réthoré ha visto passare molte famiglie colpite dall’handicap (soprattutto dalla sindrome down). In questa intervista offre punti d’appoggio concreti indispensabili per i genitori.

La vita sessuale delle persone con disabilità: per quale amore?

Tutti abbiamo una vita sessuale, Saverio Lacroix, marito, padre, medico, insegnante di morale e decano dell’Università cattolica di Lione, prospetta la visione cristiana dell’amore e della sessualità

Sessualità e disabilità: traumatizzata

“La trovo distesa su una panca, in stato di shock. L’unica spiegazione che riesco ad ottenere è che Enrico l’ha rifiutata.”

Amore e disabilità: una scelta difficile

L’handicap leggero di Girolamo non gli impedisce di vivere in modo autonomo e di lavorare. Ha molti amici ma poi in casa è solo… Il suo cammino quotidiano.

“Sono una mamma adottiva a distanza”

Roberta è molto contenta e orgogliosa dell’adozione a distanza: una bimba della Tanzania: si chiama Jenni Elise, ha dieci anni, vive in un villaggio denominato Kibaoni e frequenta la scuola primaria.

Il matrimonio tra sogno e realtà

In un laboratorio protetto, Alain è testimone delVamore crescente tra Pascal e Nathalie. Qui racconta le loro speranze per l’avvenire

Amore e disabilità: facile preda

Cristiano soffre di turbe psichiche ed è vulnerabile nell’ambito affettivo e sessuale. La sua difficile risalita.

“Sono una mamma adottiva a distanza”

“Sono una mamma adottiva a distanza”

Roberta è molto contenta e orgogliosa dell’adozione a distanza: una bimba della Tanzania: si chiama Jenni Elise, ha dieci anni, vive in un villaggio denominato Kibaoni e frequenta la scuola primaria.

Sessualità e disabilità: il meglio e il peggio

Sessualità e disabilità: il meglio e il peggio

La persona con ritardo mentale conosce nella sua vita affettiva e sessuale gli stessi desideri e le stesse sofferenze di ogni altra persona. Jean Vanier, fondatore dell’Arca e autore del libro sull’argomento “Uomo e donna li fece”, analizza le contraddizioni profonde che sono in tutti noi.

Amore e disabilità in casa famiglia

Amore e disabilità in casa famiglia

Baudoin Gautier, direttore di un Centro diurno che ha fondato, con la moglie Jannick, dal 1987 alcune Case-famiglia di ispirazione cristiana che accolgono adulti portatori di handicap mentale, spiega quale risposta dare ai bisogni affettivi e sessuali delle persone accolte.

Vogliono sposarsi. Cosa decidere?

Brigitte de Montivault responsabile di case-famiglia da 25 anni, spiega a quali condizioni – secondo la sua esperienza – è possibile passare dal sogno (del matrimonio) alla realtà