Prigioniero di me stesso – Viaggio dentro l’autismo

Michael Klonovshy è un giornalista che si trova, da un giorno all’altro, di fronte alla realtà di ciò che viene chiamato «autismo». Egli stesso ci dice, con semplicità, che quando ha incontrato Birger Sellin su tale argomento aveva tutto da imparare. Il giovane, dopo 17 anni di mutismo patologico, aveva suscitato la meraviglia di chi gli era vicino: grazie ad una nuova tecnica, la comunicazione facilitata, aveva rivelato la ricchezza del suo mondo interiore, delle sue conoscenze, della sua cultura.
In una lunga introduzione Klonovsky, in maniera semplificata, ci parla di questa nuova tecnica, dell’autismo, delle sue manifestazioni, delle sue cause. Ma è tutta la storia di Birger Sellin che viene fuori nel suo insieme. Questo libro parla di lui anche attraverso i suoi «messaggi»: essi ci colpiscono per la loro profondità anche se a volte manifestano una certa incoerenza.
I riferimenti di Birger alla dimensione religiosa sono rari. Eppure abbiamo saputo che la sua mamma è catechista. È vero che Michael Klonovsky dice di aver fatto una selezione fra gli scritti del giovane. Ci sembra in ogni caso che questo libro meriti la nostra attenzione.

Henri Bissonier

Il Padre Henri Bissonier è senza dubbio un’autorità nel campo della catechesi delle persone con handicap mentale.
Ha scritto molti libri e articoli, ha insegnato in numerose università, ha fondato e diretto Movimenti nazionali e internazionali di persone con handicap.
Ma non ha fatto solo teoria: provato, fin da bambino, nella malattia, a diciannove anni scopre, nei grandi sanatori delle Alpi, l'esclusione sociale e la desolazione spirituale del mondo dei malati.
Fin dalla sua ordinazione nel 1935, impegna tutta la sua vita di sacerdote in una lotta quotidiana per la difesa dei diritti delle persone con handicap, per il riconoscimento della loro dignità, per il loro inserimento nella vita sociale e nella comunità cristiana.
È stato il pioniere in Francia della catechesi delle persone handicappate entrando con tutta la forza della sua speranza e la sensibilità del suo cuore nel mondo triste e chiuso di un ospedale pubblico dove «vivevano» delle giovani e delle ragazze handicappate mentali.

Henri Bissonier

Sacerdote

Prigioniero di me stesso – Viaggio dentro l’autismo ultima modifica: 1996-09-22T08:29:05+00:00 da Henri Bissonier
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi