Ombre e Luci 56 – Fratelli e sorelle: vicini ma non prigionieri

Anno XIV – Numero 4 – Ottobre – Novembre – Dicembre 1996

In questo numero:

Care sorelle, cari fratelli…

Care sorelle, cari fratelli…

Grazie di cuore a quanti di voi hanno risposto ai questionari con lettere e testimonianze. Grazie a quelli che sono venuti alla riunione di settembre. I vostri contributi ci hanno permesso di mettere insieme questo numero di Ombre e Luci, il terzo dedicato a voi (qui...

leggi tutto

Dondolando tra l’amore e l’odio

Una macchina che slitta deve essere riportata sulla «retta via» con manovre «dolci». Così, in questi anni ho acquisito, superando il terreno impervio dell'emotività, un certo equilibrio. Ho cercato di analizzare le mie reazioni spesso impulsive, e di meglio...

leggi tutto

Quando l’amore è mancato

Sono la primogenita. La più piccola delle mie sorelle è disabile. Avevo sette anni quando ho intuito lo sconvolgimento dei miei genitori, espresso troppo poco a parole. Stavamo entrando nel mondo del senso di colpa. La sofferenza dei fratelli e delle sorelle esiste ed...

leggi tutto

Lo sguardo degli altri

Me lo sento addosso lo sguardo degli altri. Quegli occhi di diffidenza, di curiosità, di timore. Quegli occhi fissi che cercano di decifrare, di capire, mentre io, il mio fratello, cerco di proteggerlo.Qualche volta c’è chi lo prende in giro... cosa permessa solo a...

leggi tutto
Solitudine nella sofferenza

Solitudine nella sofferenza

Spesso mi sono chiesta se è più dura la sofferenza o la solitudine nella sofferenza. Ho pianto molto o per la solitudine nel dolore. La mia «dolce avventura» è iniziata quasi trentaquattro anni fa, quando arrivai in questa famiglia di tipo patriarcale: oltre ai...

leggi tutto
Finalmente sei arrivata!

Finalmente sei arrivata!

Prima di tutto mi presento: io sono Giorgia, conosciuta a Fede e Luce come «Ciaccia» e faccio parte del gruppo di Santa Croce da molti anni. Mi dispiace di non essere con voi alla riunione dei fratelli e sorelle ed è per questo che ho voluto scrivervi: per esserci con...

leggi tutto
Perché non mi capisci?

Perché non mi capisci?

La porta di casa si chiude rumorosamente dietro di me; sento un gonfiore sulle labbra, mi fa male; ma il dolore più forte è quello che è appena successo.Mi fanno sentir male quegli occhi che mi guardano spaventati al di là della porta accanto: quella dei miei vicini...

leggi tutto
Mi ha insegnato ad amare

Mi ha insegnato ad amare

Molto giovane mia madre diede alla luce la sua seconda figlia, una bambina Down. I miei genitori accolsero la notizia con dolore, naturalmente, ma nonostante tutto accettarono con coraggio il difficile compito di fare crescere la bimba con amore e responsabilità...

leggi tutto
Genitori: non fateci arrabbiare

Genitori: non fateci arrabbiare

La festa dei 18 anni di Rosita fra le due sorelle ogni volta (o quasi) che parlo con mia sorella Lucia nostra madre interviene: «Cosa c'è? Lasciala stare!» Sembra quasi che le mie parole possano uccidere la figlia. Se io fossi un estraneo, e quindi un potenziale...

leggi tutto
Vieni, spirito di vita

Vieni, spirito di vita

È stata probabilmente un'esperienza religiosa unica. Nove persone, giovani con handicap mentali molto gravi, sorelle e amici, quasi tutti adulti, si sono preparati insieme per la cresima, con un lavoro e un «cammino di fede» insolito e profondo. Quindi hanno ricevuto...

leggi tutto
Fratelli nella notte

Fratelli nella notte

A guardarci in faccia noi fratelli ci capiamo al volo: anche tu sei o sei stato prigioniero. Di una famiglia, di una situazione pesante, di qualcosa che gli altri non capiscono perché non lo hanno vissuto sulla propria pelle. Anch'io, anche tu, abbiamo creduto e...

leggi tutto
Il nostro cammino

Il nostro cammino

Quando ho visto il modo in cui il Vescovo ci accoglieva durante la cerimonia e come, dopo, tranquillamente scherzava con tutti, ho capito che il cerchio si era realmente chiuso e che tutto era andato bene; meglio forse di quanto avremmo potuto sperare. Assistendo alla...

leggi tutto
Essere padrino di Mario

Essere padrino di Mario

È stata probabilmente un'esperienza religiosa unica. Nove persone, giovani con handicap mentali molto gravi, sorelle e amici, quasi tutti adulti, si sono preparati insieme per la cresima, con un lavoro e un «cammino di fede» insolito e profondo. Quindi hanno ricevuto...

leggi tutto
Ogni uomo è una storia sacra

Ogni uomo è una storia sacra

Vorremmo che tanti leggessero questo nuovo libro di Jean Vanier. Vorremmo che fosse letto dai medici, dagli assistenti sociali, dagli educatori e da tutti coloro che lavorano nel sociale. Vorremmo che fosse letto nelle comunità e nelle famiglie, nella solitudine della...

leggi tutto
Recensione del film “L’ottavo giorno”

Recensione del film “L’ottavo giorno”

«Non poteva proprio sottrarsi alle malevole interpretazioni e lo sapeva». Cosi una delle tante critiche — forse fra le più obiettive pubblicate — affronta Lultima fatica del belga Jaco Van Dormael (quello del geniale Toto le heros) che ci racconta l'ennesimo...

leggi tutto

Sostienici

Puoi sostenerci con il tuo tempo, la tua esperienza, la tua professionalità, ma anche economicamente.

Collabora con noi

Hai un computer e un po’ di tempo a disposizione? Aiutaci a digitalizzare il nostro archivio.

Ombre e Luci 56 – Fratelli e sorelle: vicini ma non prigionieri ultima modifica: 1996-12-15T11:18:47+00:00 da admin
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi