N. 38

Oltre la famiglia: gli specialisti, gli amici

Oltre la famiglia: gli specialisti, gli amici

I protagonisti di questo numero sono: Lelia, Giacomo, Roberta e Viviana. Le loro quattro brevi presentazioni dicono quanto può essere fatto per offrire un’esistenza serena e fruttuosa a chi, come loro, parte svantaggiato. Sono stati scelti di età diversa, il loro...
Come essere amici

Come essere amici

Chiara Ferrari Toniolo Sono «amica» di Claudia da circa sette anni. Cominciai a frequentarla dalla mia prima «casetta» di Fede e Luce: avevo 13 anni. Fu la prima a venirmi incontro, anche un po’ invadente: subito viene da te e ti porta a fare qualcosa. Altri amici più...
Lelia

Lelia

Lelia ha quattro anni. Come potete vedere da queste fotografie è una bambina deliziosa. Ed è molto vivace, chiacchierina e gioiosa. E nata con la sindrome di Down, come si dice oggi. Ha già un passato colmo di tenerezze umane, ma anche di angosce, di problemi e di...
Giacomo

Giacomo

Quando Giacomo venne alla luce in un giorno di marzo del 1972 pesava solo 2 chili e 200 gr. Fu messo in incubatrice e il pediatra della clinica informò subito il papà che suo figlio non sarebbe stato come tutti gli altri ma un bambino speciale, un bambino «down»....
Roberta

Roberta

Roberta, 28 anni, secondo il suo certificato di invalidità è limitata da «modesta oligofrenia in soggetto con polidismorfismo», conseguenza di una lesione cerebrale «di modico grado», che le ha portato un «deficit delle prestazioni intellettive» e un «incoordinamento...
Vita Fede e Luce n. 38

Vita Fede e Luce n. 38

Siamo la comunità S. Gaetano di Milano Carissimi tutti della redazione di «Ombre e Luci», in un numero di due anni fa molto gradito a noi tutti, vi siete presentati ai vostri lettori; ora anche noi vogliamo presentarci, almeno in parte, a voi con queste righe e queste...
L’ascolto che guarisce

L’ascolto che guarisce

Se per l’essere umano la capacità di dialogo è fonte essenziale di comprensione e di scambio, per chi, come medico, psicoterapeuta, sacerdote, o semplicemente come amico, si pone di fronte all’altro per aiutarlo, essa rappresenta il fondamento della possibilità di una...
Giobbe, perché? – Dialogo di una madre

Giobbe, perché? – Dialogo di una madre

L’inizio di questo libro è un lungo grido di ribellione. Lo stesso Giobbe viene giudicato perché si è rassegnato troppo facilmente. L’autrice invece non può accettare la sventura che ha colpito la figlia handicappata mentale e ne sente l’esistenza in modo totalmente...