Lo scatto della pantera

Ipanzerotti sono una prelibatezza pugliese. Grandi o piccini, sono ottimi a un campo estivo come attività comunitaria: ci vuole la collaborazione di tutti, soprattutto nel mangiarli!

La nostra comunità sceglie di farli al campo quando aspettiamo ospiti per l’apertura; il pomeriggio presto si prepara l’impasto e lo si lascia lievitare, come la voglia di stare insieme agli amici. Si crea una certa euforia anche tra chi, essendo di cucina, dovrà friggere per un bel po’… L’ultima volta gli addetti alla frittura odoravano di rosticceria anche il giorno dopo, e anche dopo la doccia.

Si crea sempre una bellissima catena umana tra chi li fa, chi li frigge, chi li porta nei tegami e chi li gusta. Ovviamente ogni mamma, ogni amico, ha la sua ricetta, quindi bisogna decidere comunitariamente, a volte con scambi accesi, quale ricetta è più opportuna. A impasto pronto, dopo qualche ora, bisogna fare le palline: qui si chiede la collaborazione di chi gironzola continuamente intorno. Per riempirli invece servono mani esperte soprattutto per chiudere i dischetti prelibati: sia mai che si aprano nell’olio bollente! Chi aspetta invece apparecchia, predispone le sedie, i tavoli, prepara le scenette per lo spettacolo… ma il pensiero è uno solo: «Quanti ne potrò mangiare? Mi daranno il bis?».
Quando giungono tanti, caldi e dorati c’è sempre uno che fa lo scatto della pantera (da noi Giuseppe) per accaparrarsi il primo e scottarsi con il sughetto. Scontato poi che ci sarà chi già sta al terzo e altri ancora al primo…
Quando arrivano gli addetti alla frittura e alla cucina, i panzerotti son quasi finiti e a tutti viene il rimorso per averne mangiati assai e non averli lasciati agli amici, alle mamme… Ma, si sa, loro ne hanno mangiati in cucina, in comunità ci si conosce!

Ecco la ricetta approvata della nostra comunità.

PanzerottiIngredienti:

500gr di farina
350ml di acqua
Un cucchiaio di miele oppure zucchero
15gr di lievito di birra
10gr di strutto oppure olio
Sale q.b.

Lievitazione per un’ora se fa caldo, 2/3 ore con coperta se è inverno.

Preparazione:

Fare palline con l’impasto e lasciare un’altra mezz’ora a crescere.
Stendere le palline ottenute in tanti dischetti.
Il ripieno è libero, di solito si utilizza salsa di pomodoro e mozzarella, tagliata a pezzettini, mescolati insieme con sale. Chi vuole aggiunge capperi o origano.
Inserire sul dischetto un cucchiaio del composto.
Fare aderire i lembi del dischetto nel chiuderlo con il composto e pigiare con le dita sui lembi dell’impasto per chiudere i panzerotti.
Friggere in abbondante olio bollente. Mangiare caldi con grande attenzione!

Panzerotti pugliesi

La newsletter di Ombre e Luci

Iscriviti e ricevila ogni quindici giorni

Lo scatto della pantera ultima modifica: 2020-06-03T13:36:20+00:00 da Rosita Daddato
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi