Io mi arrabbio perché la Roma fa gol sempre alla fine. Devo aspettare tutta la partita che non succede niente e poi alla fine quando io dico che sono arrabbiata e che non esco della stadio Olimpico fino a quando la Roma non fa gol, ecco che alla fine la Roma fa gol. Contro la Salernitana ne ha fatti pure due, uno dopo l’altro quando la partita sta per finire. Anche stavolta, come contro il Vitesse, tutti mi hanno detto che devo tornare alla stadio perché porto fortuna quando dico che io non esco finché la Roma non fa gol.

Allo stadio mi diverto tanto perché c’è tanta gente. Arrivo presto perché sennò dopo non c’è il parcheggio per la macchina. Devo far vedere tante volte i documenti e il greenpass. Poi mi siedo e mi mangio un bel gelato, il cornetto Algida al cioccolato e la panna. Mi prendo pure un bicchierone d’acqua. Vado anche al bagno prima della partita. Mi piace quando ci sono i cori. Quelli della Salernitana hanno cantato sempre perché vincevano. Poi quando la Roma ha fatto i due gol alla fine, loro sono rimasti male ma cantavano lo stesso.

Mi piacciono le canzoni che fanno sentire. Soprattutto l’inno della Roma quando sta per cominciare la partita. E poi alla fine “Grazie Roma”. È molto bello perché sventolano tutti le bandiere oppure fanno vedere le sciarpe della Roma. Pure io ho la sciarpa della Roma. E poi faccio le foto e i video che faccio vedere a tutti. Allo stadio c’erano pure due miei compagni di classe però erano da un’altra parte, molto lontano, e non ci siamo visti. Però ci siamo scritti su WhatsApp.

Pure io gioco nella As Roma. Il mio ruolo? Dove c’è l’ombra, soprattutto quando fa caldo, perché così non sudo e non mi stanco. I mister mi urlano che devo tornare in difesa ma io non ci penso proprio perché mi stanco. Se torno, cammino piano piano. Giocare a calcio è bello e divertente. Ma mi piace di più la ginnastica ritmica: ci vado due volte alla settimana e la mia maestra, Camilla, è molto brava e gentile. Mi insegna tante cose. Anche a prendere al volo la palla con i piedi. Sto imparando una bella coreografia.

Il blog di Benedetta

Altri articoli dal blog

Non ci penso proprio ultima modifica: 2022-04-12T13:04:20+00:00 da Benedetta Mattei

Ogni mese inviamo una newsletter

Ci trovi storie, spunti e riflessioni per provare a cambiare il modo di vedere e vivere la disabilità.

Se prima vuoi farti un'idea qui trovi l'archivio di quelle passate.

Ti sei iscritto. Grazie e a presto... anzi alla prossima newsletter ;) Se ti va, quando la ricevi, facci sapere che ne pensi. Ci farebbe molto piacere.