Il giardino che nessuno sa

di Antonietta Pantone

Vivere a colori

3 Nov 2023 | Il giardino che nessuno sa | 0 commenti

Quest’anno l’esperienza del campo l’ho vissuta in modo diverso. Forse perché ero reduce da un’esperienza molto forte (ossia la Piccola Marcia) e già le emozioni che avevo vissuto erano fortissime… ma il campo è stato soltanto una piccola conferma di sensazioni già provate. Dal 3 al 9 settembre ho vissuto questo bellissimo campo e ho ritrovato tutti quelli che una volta erano bambini come adulti e sono rimasta basita. Non pensavo, conoscendo il modo di vedere degli adolescenti di oggi, che un giorno avrebbero fatto loro un campo senza adulti. Quando mi sono resa conto che il campo era gestito da loro e di adulti c’erano soltanto Costanza, Filippo e Massimo (c’era anche Michela in effetti, però diciamo era soltanto perché aveva le bambine piccole), mi ha colpito molto. Vedere queste persone che una volta erano bambini, crescere e maturare la consapevolezza che c’è bisogno di loro.

Bisogna dare più fiducia ai giovani e lasciarli fare, fargli conoscere il mondo della disabilità. Il nostro campo aveva come titolo “Vivere a colori” quindi volevamo togliere tutto questo grigio e nero che c’è intorno a noi. La maggior parte delle volte leggiamo sui titoli di cronaca cose brutte, cose che non ci piacciono, e quindi con il titolo “Vivere a colori” si voleva dare una speranza nuova. E questi adolescenti sono davvero una speranza: non me la sarei aspettata di vedere proprio loro che si rendevano utili per cambiare la società di oggi. Mi ha veramente stupito vederli con i loro i primi affidamenti e le loro prime responsabilità.

Ad esempio il responsabile era Filippo Pescosolido, detto Pippo. Beh io Filippo me lo ricordo da bambino che giocava con Domenico, che veniva alle casette con il papà… ma da lì a vederlo responsabile del campo ce ne vuole! Ero sempre abituata a veder gli adulti e questo mi fa sperare che un domani tutto può cambiare.

Che altro aggiungere? Come sempre dico a chi non conosce Fede e Luce di venire a vedere! Aprite le porte del vostro cuore! Anzi lascio parlare il video che ha fatto Grace che dice tutto, racconta tutte le emozioni che abbiamo vissuto insieme e che fino all’ultimo giorno ci siamo portate e mi porterò sempre nel mio bagaglio. Alla prossima!

Vivere a colori ultima modifica: 2023-11-03T12:26:14+00:00 da Antonietta Pantone
NasoMano

di Arianna Giuliano

Benedetta Ragazza!

di Benedetta Mattei

Senza Filtro

di Giovanni Grossi

Articolo 1

di Efrem Sardella

Il giardino che nessuno sa

di Antonietta Pantone

Il mondo ascoltato da me

di Davide Passeri

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Ogni mese inviamo una newsletter

Ci trovi storie, spunti e riflessioni per provare a cambiare il modo di vedere e vivere la disabilità.

Se prima vuoi farti un'idea qui trovi l'archivio di quelle passate.

Ti sei iscritto. Grazie e a presto... anzi alla prossima newsletter ;) Se ti va, quando la ricevi, facci sapere che ne pensi. Ci farebbe molto piacere.