N. 164 | Senza Filtro

di Giovanni Grossi

Quando arriva il Natale?

19 Dic 2023 | N. 164, Senza Filtro | 0 commenti

Quest’anno io ogni giorno sono andato a lavorare, io la notte dormo poco, perché io faccio fatica a dormire tanto. Quando si fa tardi la sera, e i miei occhi accusano stanchezza, allora io decido di stendermi sdraiato nel letto, e quando abbraccio il cuscino di stoffa colorata, mi sento bene. Ma se io non metto la sveglia, il mio metabolismo calcola a seconda del cuore e del calore a che ora devo svegliarmi, proprio quando alle tre di notte devo andare in bagno. Poi penso quando ci vediamo la volta prossima? So le coordinate di un viaggio per Sacrofano, io ho capito che è un bel posto che non ho visto mai, ma prima di tutto c’è l’occasione di vederci, e va forte l’elemento sorpresa se non mi dicono chi c’è, e viene messo in esame. Sicuramente il tempo passerà in fretta, e c’è la serietà del ritorno e poi dopo in attesa della casetta di Natale, penso che devo aspettare il giorno della sera di un sabato o di una domenica. Quando arriva il Natale sono contento, non sapendo come finirà l’anno mi accontento di vincere alla tombola, controllando i numeri della cartella, e poi a Natale mi piace addobbare l’albero con le palle colorate, e con le intenzioni sull’anno che verrà dopo e poi la cena e il presepio, le canzoni di Fede e Luce non lo so chi le ha scritte, ma visto che fanno parte del nostro repertorio le cantiamo sempre, anche ai campi. E la cosa bella è avere i regali. Forse io so cosa mi serve per essere felice, una lei, o gli amici che non ci sono, senza scordarsi di nessuno, dei santi in paradiso e di Gesù e Maria e Dio che ci proteggono da lassù, ma io vivo per conto mio aspettando la felicità che non ho mai raggiunto nella mia vita.

Quando arriva il Natale? ultima modifica: 2023-12-19T18:57:38+00:00 da Giovanni Grossi
NasoMano

di Arianna Giuliano

Benedetta Ragazza!

di Benedetta Mattei

Senza Filtro

di Giovanni Grossi

Articolo 1

di Efrem Sardella

Il giardino che nessuno sa

di Antonietta Pantone

Il mondo ascoltato da me

di Davide Passeri

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Ogni mese inviamo una newsletter

Ci trovi storie, spunti e riflessioni per provare a cambiare il modo di vedere e vivere la disabilità.

Se prima vuoi farti un'idea qui trovi l'archivio di quelle passate.

Ti sei iscritto. Grazie e a presto... anzi alla prossima newsletter ;) Se ti va, quando la ricevi, facci sapere che ne pensi. Ci farebbe molto piacere.