NasoMano

di Arianna Giuliano

“Qua la zampa”, un film che mi ha riportata indietro nel tempo

1 Set 2023 | NasoMano | 0 commenti

Recentemente ho visto un film molto bello intitolato Qua la zampa tratto dal romanzo Dalla parte di Bailey. Ambientato negli Stati Uniti, la vicenda si svolge dal 1962 circa al 2017 e racconta la storia di un cane, un piccolo Golden Retriever, molto speciale che ha il dono della reincarnazione.

In una delle sue innumerevoli vite, incontra per caso Ethan, che vorrebbe tenerlo. Il padre, una figura decisamente negativa, invece è contrario.

Ethan insiste con i genitori affinché Bailey rimanga con loro, visto che il cane si dimostra molto affettuoso, dolce e attento. Dopo varie discussioni lo accontentano, facendosi però promettere che sia lui a prendersene cura.

Quando Bailey muore, la sua anima rinasce e incontra molti altri padroni ma… nessuno può sostituire Ethan! Nel frattempo, il ragazzo diventa adulto e mentre cammina per strada, incontra un cane senza padrone. Si accorge che ha gli stessi comportamenti del suo Bailey, cominciano a fare gli stessi giochi di quando erano piccoli, Bailey risponde nello stesso modo e il suo padrone comincia a fargli festa.

SI ERANO FINALMENTE RITROVATI! Il personaggio principale è Ethan, interpretato da Dennis Quaid, attore statunitense molto conosciuto. La storia viene raccontata da Bailey, con la voce di Gerry Scotti. La parte più emozionante è stato il loro incontro dopo tante reincarnazioni, mi ha riportata indietro nel tempo, perché anche io ho avuto un bellissimo labrador di nome Leo (vi ho raccontato di lui qui). Il cane può dare molto senza chiedere nulla in cambio, se non coccole e biscotti al volo, e nel caso del mio Leo, la pallina.

“Qua la zampa”, un film che mi ha riportata indietro nel tempo ultima modifica: 2023-09-01T12:07:08+00:00 da Arianna Giuliano
NasoMano

di Arianna Giuliano

Benedetta Ragazza!

di Benedetta Mattei

Senza Filtro

di Giovanni Grossi

Articolo 1

di Efrem Sardella

Il giardino che nessuno sa

di Antonietta Pantone

Il mondo ascoltato da me

di Davide Passeri

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ombre e Luci

Se ti piacciono i contenuti che pubblichiamo, aiutaci a mantenerli vivi. Basta un contributo, anche piccolo.

Ogni mese inviamo una newsletter

Ci trovi storie, spunti e riflessioni per provare a cambiare il modo di vedere e vivere la disabilità.

Se prima vuoi farti un'idea qui trovi l'archivio di quelle passate.

Ti sei iscritto. Grazie e a presto... anzi alla prossima newsletter ;) Se ti va, quando la ricevi, facci sapere che ne pensi. Ci farebbe molto piacere.