AVVISO

Inchieste promosse dall’Arca internazionale hanno accertato gravi responsabilità di padre Thomas Philippe (la prima nel 2015) e di Jean Vanier (2020) nei confronti di diverse donne. Qui il comunicato più recente che condanna senza riserve queste azioni «in totale contraddizione con i valori che Vanier sosteneva» e con «i principi fondamentali delle nostre comunità».

Newsletter n.7 – La sedia e lo studio

Scoppiettante prima newsletter del 2020 con un video inedito di Jean Vanier, la recensione del film a lui dedicato, un bilancio sulle serie tv 2019 in tema di disabilità e la nostra Benedetta che è andata alla festa di compleanno di Papa Francesco

7 Febbraio 2020

Immagine di copertina: Denise Turu da Who Is My Neighbor? (Flyaway Books 2019)

La sedia e lo studio

«Quando perdiamo il diritto di essere differenti, perdiamo il privilegio di essere liberi»: una sedia ha brillato nel discorso di fine anno del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Una sedia donatagli dalla locanda sociale Centimetro Zero, attiva da 4 anni nelle Marche, e su cui i ragazzi con diverse disabilità che vi lavorano hanno dipinto la celebre frase di Charles Hughes. Questo manifesto contro il conformismo è un augurio bellissimo per il 2020 appena iniziato, che vogliamo salutare regalandovi un breve video – inedito! – di Jean Vanier, girato nel gennaio del 2012 nel suo studio a Trosly.

Parole che ci illuminano e incoraggiano mentre – tra difficoltà e speranza, giorni e notti – procediamo per la via su ciottoli colorati. Quei ciottoli che i ragazzi del laboratorio calcografico del Chicco di Ciampino hanno disegnato sul loro calendario del 2020.

«Il mio cuore è gonfio di gratitudine»: così, in una lettera scritta ormai 16 anni fa, Jean Vanier augurava buon anno alle comunità dell’Arca e di Fede e Luce, che lui – nella sua incredibile capacità di restituire complessità a ciò che il mondo tendeva (e tende) sempre a schiacciare su un unico e limitante binario – riconosceva invece essere, al contempo e insieme, fragili e solide. È quello stesso Vanier che il padre della nostra blogger e rubrichista di punta non ha ancora smesso di ringraziare (come lui stesso ha raccontato) per i consigli che gli rivolse quando la bambina aveva solo pochi mesi: «Fidati, buttati, non aver paura e cerca di essere degno di Benedetta, perché ogni volta che dirai l’Ave Maria la nominerai per forza. E scoprirai che sei tu ad aver bisogno di lei, più di quanto lei avrà mai bisogno di te».

Fino a qualche mese fa oggetto di proiezioni e dibattiti in Francia, è ora disponibile anche in dvd il film Jean Vanier, Le sacrament de la tendresse, che Cristina Tersigni recensisce per noi. Seppur sottotitolato ancora solo in lingua francese, consente comunque un nuovo, commovente incontro con il fondatore dell’Arca, morto il 7 maggio 2019, insieme all’occasione di vedere realizzata quella tenerezza, di cui tanto ha parlato, nella sua lunga e feconda vita.

Aprendo una parentesi al nostro Speciale sul Cinema e disabilità sui film dedicati alla disabilità, che riprenderà nella prossima newsletter, Matteo Cinti ha scritto per noi una riflessione sulle serie tv con protagoniste persone con disabilità, nel 2019 rappresentate – dagli Stati Uniti all’Italia – in modo particolarmente complesso, senza cadere in facili stereotipi.


Il blog di Benedetta

Al compleanno di Papa Francesco

Papa Francesco mi ha invitata alla festa del suo compleanno e io ci sono andata. Di corsa. Sono stata molto contenta che mi ha invitata e l’ho detto anche a lui. Continua a leggere…


Agenda

Udine – Sabato 11 e domenica 12 gennaio 2020, weekend di laboratori e talk sull’arte come strumento di trasformazione sociale dal titolo “La paura di essere fuori. La paura dell’Altro, la paura delle Periferie, la paura dell’Esclusione”.

Siena – Prosegue il progetto pilota promosso da Regione Toscana dei Musei per l’Alzheimer. Il prossimo appuntamento è nel complesso museale di Santa Maria della Scala, il 24 gennaio.

Milano – All’Università degli Studi di Milano, un convegno vuole far luce sull’ingarbugliata questione della riforma del Terzo Settore. Il 28 gennaio alle 16, info e iscrizioni qui.

Vita Fede e Luce

Una delegazione della provincia di Un Fiume di Pace è volata fino in Terra Santa per due giornate di formazione, il 3 e il 4 gennaio. L’incontro era intitolato “Li chiamò a sé” e si è svolto proprio accanto alla Basilica dell’Annunciazione di Nazareth: ecco le foto!

Per altre notizie seguici su Facebook e su Twitter.

Numeri passati

Le domande che ci assillano – Newsletter n. 26

OL incontra... «A prescindere dalla loro razza, etnia, fede, identità o disabilità»: c’è spazio anche per le persone con disabilità tra le prime parole pronunciate dal neo presidente statunitense Joe Biden. Un’attenzione importante ai più fragili in un Paese che deve...

Viaggio in Italia – Newsletter N.25

OL incontra... Ben ritrovati, cari lettori, per un nuovo anno insieme. Con cadenza da ora mensile, torniamo con qualche novità nella forma e nei contenuti. Oltre alle voci che già conoscete – su tutti, una splendente Benedetta – troverete suggerimenti di lettura, lo...

Sembra ieri – Newsletter Estiva n. 24

Sembra ieri, ma è passato quasi un anno dalla prima newsletter di O&L; un tempo (lungo 24 puntate) pensato anche per accorciare la distanza con voi lettori, passando dai tre mesi della rivista cartacea alle due settimane della NL che state leggendo. Sembra ieri,...

Tutti a scuola? – Newsletter Estiva n. 23

Denunciando la grave emarginazione subita dagli alunni con disabilità o con disturbi dell’apprendimento a cui era proibito l’accesso alla vita scolastica ordinaria, su Insieme n. 4 del 1975 Angela Cusimano rifletteva su come poter migliorare le famigerate classi...

Le nostre gambe – Newsletter Estiva n. 22

Dopo quel lungo pianto, mi sono sentita svuotata di tutto, persa, sola. Ma alla sera presi una decisione»: con parole forti e poetiche insieme, nel 1974 Mariangela Bertolini raccontava il suo passaggio, in un pomeriggio casalingo tra le lacrime, dal buio alla luce di...

L’estate insieme – Newsletter Estiva n. 21

La newsletter regolare si ferma un po' per tornare in autunno con un nuovo formato mensile. Intanto l'archivio del nostro sito continua a viaggiare nel tempo, riportando indietro le lancette addirittura agli articoli precedenti allo stesso Ombre e Luci.È il 1974...

Due passi avanti e uno indietro – Newsletter n. 20

Due passi avanti e uno indietro… – Domande e risposte, chiusure e aperture, orizzonti che si restringono e scenari che si spalancano: dopo mesi diversissimi da come avremmo potuto immaginarli, è esplosa l’estate – così familiare, eppure ancora piena di interrogativi,...

Davanti a due tsunami – Newsletter n. 19

Non è stata facile questa prima metà dell’anno. Al netto delle storie di ognuno e del covid-19, per molti di noi il 2020 aveva già inflitto un terribile sconquasso quando, a febbraio, uscirono i risultati dell’inchiesta su Jean Vanier (che qui Ombre e Luci...

I percorsi più invisibili – Newsletter n. 18

«A me interessa il cinema che riesce a sostenere lo sguardo della diversità in genere e anche della disabilità con tutto quello che questo comporta» così spiega Andrea Romeo, fondatore e direttore artistico del Biografilm Festival, a colloquio con Alessandro De...

Le età della signorina Uffa – Newsletter n. 17

L’analisi – Come tutti, anche le persone con disabilità nascono, crescono e invecchiano, il che significa che (come tutti) anche i loro bisogni, tempi e desideri cambiano negli anni. Ovvio? Purtroppo no: la solita retorica degli eterni bambini, infatti, intrappola chi...

La newsletter di Ombre e Luci

Iscriviti e ricevila ogni mese

Newsletter n.7 – La sedia e lo studio ultima modifica: 2020-01-10T14:13:23+00:00 da Redazione

Ogni mese inviamo una newsletter

Ci trovi storie, spunti e riflessioni per provare a cambiare il modo di vedere e vivere la disabilità.

Se prima vuoi farti un'idea qui trovi l'archivio di quelle passate.

Ti sei iscritto. Grazie e a presto... anzi alla prossima newsletter ;) Se ti va, quando la ricevi, facci sapere che ne pensi. Ci farebbe molto piacere.