Itaca – Laboratorio di attività artistiche

Itaca è un centro privato di assistenza psichiatrica e di riabilitazione psicosociale che si rivolge a pazienti di ambedue i sessi, tra i 20 e i 50 anni, che abbiano avuto crisi psicotiche e che si trovino attualmente in stato di «convalescenza psichiatrica». ITACA sta a Roma in Via Flaminia Nuova, 219 (tei. 36307831) dove è nato circa tre anni fa.
Qui i pazienti trovano il luogo dove esprimere se stessi attraverso piccole attività manuali ed artistiche (disegno, ceramica, pittura, collage, ecc.), dove ritrovare quelle parti di sé che funzionano ancora e, a partire da queste, prendere di nuovo in mano la propria vita per esserne protagonisti.

Attualmente ITACA accoglie 10 persone che si distribuiscono nelle varie giornate secondo un ritmo personalizzato e stabilito volta per volta insieme alla famiglia e agli operatori. Non sono mai più di sei, e sono seguiti da tre operatori che si occupano specificamente di ognuno di loro. Gli operatori in tutto sono cinque, (1 psichiatra, 3 psicologi, 1 consulente tecnico artistico) ed hanno tutti una formazione psicoanalitica che si basa sul pensiero e sull’opera di Wilfred Bion.
Siamo stati a trovarli: il lavoro del Laboratorio si svolge in un appartamento luminoso e accogliente. La musica classica che si sente nel sottofondo, la concentrazione nel lavoro e l’evidente stretto rapporto fra i pazienti, fra pazienti e operatori, e fra gli operatori fra di loro, indicano la cura dei particolari e la finalità terapeutica di ogni gesto.
La stanza per la terapia individuale, la stanza per la terapia di gruppo, il giardino, si articolano intorno al nucleo centrale, il vero e proprio laboratorio. Qui tutto parla dei pazienti e ai pazienti attraverso le loro opere esposte sugli scaffali e sui muri, gli ampi tavoli per lavori di gruppo, l’angolo della musica e l’angolo bar che costituisce uno spazio di relax durante le ore di lavoro. E prevista per il 15 giugno dalle 9 alle 20 la consueta mostra vendita gestita dai pazienti in prima persona.

Il lavoro portato avanti nel laboratorio si integra a quello svolto con le famiglie, ai soggiorni estivi, alle visite culturali, alle gite, ecc. La collaborazione con i medici personali dei pazienti viene favorita al massimo. In alcuni casi è stato possibile per il pagamento della retta spettante alle famiglie usufruire di un «assegno terapeutico» pagato dalla USL.
Ci auguriamo che luoghi come questi si possano moltiplicare, che trovino un appoggio concreto da parte delle istituzioni e possano contribuire a colmare quel vuoto di interventi terapeutici e di attività protetta che sentiamo immenso intorno a noi.

Natalia Livi , 1996

Natalia Livi, è stata una delle storiche collaboratrici di Ombre e Luci. Ha contribuito alla rivista dal 1991 al 2004.

Itaca – Laboratorio di attività artistiche ultima modifica: 1996-06-14T17:17:59+00:00 da Natalia Livi
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi