Noi, papà di un figlio disabile

Ogni figlio è un cammino

Sono spesso criticati o presi in giro dalle mamme per la loro incompetenza nell’accudire un figlio appena nato; sono giudicati severamente dalle mogli più buone quando, invece di rimproverare, si fanno partecipi del chiasso o del disordine al momento di andare a tavola.

E quando, invece di ubbidire ai richiami muliebri, si allontanano con una scusa, o si mettono a leggere il giornale… apriti cielo! Poveri papà, così poco capiti e “compatiti”!
Il fatto è che in casa, checché se ne dica, è raro che sia lui, il papà, a comandare. Una volta forse era così. Ora è la donna che vede il tutto con i suoi occhi di donna: lei sa sempre qual è la cosa giusta, qual’è la situazione migliore, quali i rimproveri da fare, quali gli interventi appropriati. Ed è raro, molto raro, che i suoi occhi di donna vedano come gli occhi del marito. È così. Il suo modo di mandare “avanti la casa” è tutto diverso dal modo con cui lo farebbe l’altra metà.

Le cose si complicano e molto quando in casa c’è un figlio o figlia che ha bisogno di cura e di attenzioni speciali.
Le testimonianze che abbiamo raccolto dicono bene e con sincerità quanto grande e importante sia il ruolo che un papà può avere nell’accoglienza e nell’educazione del figlio disabile. Quanto merito e riconoscenza sia da assegnare a loro quando, in modo diverso, certo, da noi mamme, si impegnano a proteggere, a sostenere, a condurre la loro lotta perché il figlio o la figlia sia elemento di unione, di crescita e di soddisfazione per tutta la famiglia.

Un papà racconta...

Curiosamente, si parla sempre molto poco dei papà, anche nei libri e negli scritti dedicati alla famiglia e ai suoi problemi.

Un panorama da riscoprire

Forse conoscete quel tratto di Aurelia lungo la costa toscana tra Pisa e Livorno. A me piace tantissimo: è una strada antica…

Un panorama da riscoprire

Forse conoscete quel tratto di Aurelia lungo la costa toscana tra Pisa e Livorno. A me piace tantissimo: è una strada antica che, con curve e saliscendi, segue l’andamento della costa senza volerla addomesticare. Da quella strada il mare è vicino e gli orizzonti sono...

leggi tutto

Un figlio a sorpresa

Il giorno della nascita ci hanno detto che il bimbo era un po’ sottopeso, ma non ci siamo preoccupati poiché per le due sorelle maggiori era successa la stessa cosa ed erano sane (ed ora laureate). Il giorno successivo mi hanno convocato in clinica e hanno comunicato...

leggi tutto

La lotta del padre-cittadino

“Dopo che è nata Valeria mi sono detto: ma è così facile fare il padre?”. Prima infatti per Antonio Bini, 53 anni, di Monopoli, era stato difficile, molto difficile. Prima vuol dire Anita. Anita ha 20 anni, quattro più della sorella Valeria. A causa di un’asfissia al...

leggi tutto

Pazienza, tenacia, anche durezza

Superato l’impatto iniziale (trauma spastico con difficoltà respiratorie) quasi quasi avrei voluto che i medici togliessero tutti quei tubicini e la lasciassero andare… Ho capito che l’impegno per la sua crescita sarebbe stato tutto nostro ( di mia moglie e mio). Da...

leggi tutto

Smack come bacio

Giovanni ha sette anni, ne farà otto a febbraio. Ha una pluridisabilità. Traduco: poteva essere sanissimo, ma non ha respirato a sufficienza al momento della nascita. Giovanni non cammina, ma speriamo che un giorno possa farlo. Non parla, ma sa farsi capire molto...

leggi tutto

Un padre rivela il dono unico di suo figlio

Quali reazioni provoca nel padre la nascita di un figlio disabile? La reazione del padre è profondamente diversa da quella della madre, che ha portato il bambino nel grembo e che, dal concepimento, ha tessuto un legame fisico e psicologico con lui. Il padre non...

leggi tutto

Itinerari paralleli

Come cercare di salvaguardare l'equilibrio nella vita di coppia e con gli altri figli? Come padre di Gianluca e di due altre bambine ritengo necessario fare una premessa per poter rispondere a questa domanda ed essere comprensivo ai lettori che non conoscono il nostro...

leggi tutto

Un mondo da scoprire, camminando e fermandoci

In pochi giorni è la terza volta che ricomincio questo mio tentativo di condividere il cammino al quale mi ha chiamato la nascita di un figlio disabile. Il mio lavoro mi ha portato infatti, nell’arco di una settimana, a partecipare ad una sorta di flash back: dal...

leggi tutto

Quanti sanno?

Maria Francesca ha avuto nei suoi sedici anni di vita uno sviluppo totalmente anomalo: non parlava, non camminava, mangiava con grande difficoltà; non partecipava alla vita di relazione, e il suo fisico è stato sempre notevolmente al di sotto della norma......

leggi tutto

Il padre assente

A volte poi il padre è assente. Ci sono due modi di essere assente. Il primo è quando il padre lascia la casa per andare a vivere altrove. Diceva un medico il quale ha dedicato la sua vita al mondo dei bambini con difficoltà, che quando nasce un bambino con...

leggi tutto

Sono il papà di Francesca

Sono il papà di Francesca, post-matura con la derivante manifestazione di ritardo psichico. Quando è nata ho provato un’emozione e una tenerezza indicibili pur consapevole delle difficoltà che avrei dovuto affrontare in un futuro non certo agevole. Ero infuriato...

leggi tutto

Atteso a braccia aperte

Tre domande sul ruolo specifico del padre nella famiglia, a Maria Odile Réthoré, medico con un 'ampia esperienza di famiglia con persone con handicap mentale. Come può un papà che vive molto tempo fuori casa aiutate sua moglie? Molto spesso la madre è tutto il giorno...

leggi tutto

Umili gesti che sono tutta una vita

Ho vissuto vari campeggi con Francesco: lui era il «responsabile», io stavo con Sabina. Ma lui non la lasciava mai per più di cinque minuti: parlarle, farla ridere, coccolarla, era più importante di ogni altra cosa. Così noi imparavamo che lei non aveva bisogno solo...

leggi tutto

Con suo padre

Si parla sempre della madre. Tutti capiscono, comprendono la mamma di un figlio handicappato. Pochi parlano del padre e pochi se ne preoccupano. Ma forse il padre di un figlio con handicap non soffre di meno! Se i due genitori non sono molto vicini l'uno all'altro, se...

leggi tutto
Noi, papà di un figlio disabile ultima modifica: 2017-12-05T10:49:19+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi