Catechesi e disabilità

Oggi le persone con handicap sono sempre di più integrate nella Chiesa. Ma quanti sforzi e quanta speranza sono ancora necessari affinché trovino il loro posto naturale nelle parrocchie e ricevano la vita di Dio.
Con le voci di sacerdoti, di genitori e di amici, proviamo a raccontarvi delle storie di catechesi che hanno coinvolto ed incluso delle persone con handicap.

Riflessioni: il senso del Sacramento

Al primo posto

di Stefano Desmazieres

Pietre di paragone

di Padre Joseph Mihelcic s.j.

Abbiamo tutti bisogno dei sacramenti

di Padre Luciano Larivera

La tua Parola è per tutti

di Lucia Bertolini

Dio non fa differenze

di Marie Hélène Mathieu

|

Ma è poi vero che i ragazzi non capiscono la Cresima? Anche noi adulti facciamo fatica a comprenderla. Piuttosto occorre ricordare che un sacramento avviene in una liturgia, è un’azione cultuale e non è un atto dell’intelletto. La Cresima è qualcosa che si vive.

Padre Luciano Larivera

L’uomo guarda il volto, Dio il cuore

Intervista a Mons. Enzo Dieci

Percorsi: suggerimenti e proposte di catechesi

Catechesi anche per le persone autistiche

di Henri Bissonier

|

Marco mi ha fatto capire che essere cresimato vuoi dire assumere la consapevolezza di essere in comunione in Dio, al di là degli schemi, delle culture e delle complessità. Dio è semplice, e ci aspetta agli incroci della nostra esistenza per fare due chiacchiere mentre attraversiamo la strada.

Luca Dominici

Come preparare al sacramento

di Paul Gilbert

Confessione

di Tana Pelagallo

Il nostro cammino

di Tommaso Bertolini

Catechesi facilitata

di don Andrea Lonardo

Come rendere viva la messa

di Padre Noel Simard

Testimonianze: la gioia della confermazione

Temevo di non essere accettata come catechista

di Gaia Valmarin

Vieni, spirito di vita

di Silvia e Monica

Ho camminato vicino a Marco

di Roberta Tarantino

La loro e la nostra cresima

di Pietro Vetro

Tenendoci per mano

di Luca Dominici

…E aspettò che ci accorgessimo di lui

di Don Vito Palmisano

Dall’archivio

Cosa dirvi di più

Stéphane Desmazières, nono figlio di una famiglia del Nord della Francia, prete nella diocesi di Lilla, per tredici anni vescovo di Beauvais, all’età del ritiro ha scelto la vita all’Arche. Ha vissuto due anni nel «focolare» dell’Ermitage a Trosly-Breuil, poi si è...

Per un risveglio religioso dei più handicappati

Tutto quello che è stato detto sui pluri, poli, multi handicappati, mi spinge a porre una domanda che mi tormenta sempre di più: si fa qualcosa e, in caso affermativo, che cosa si fa per il loro risveglio religioso? Ponendo questa domanda penso a quei ragazzi afflitti...

La persona con disabilità: segno di contraddizione e fonte di unità

La persona handicappata mentale ha un comportamento al quale non siamo abituati; il suo modo di ragionare spesso non è coerente, non è capace di un lavoro stabile, le manca una buona parte di autonomia e quindi resta sempre dipendente. La sua vita affettiva non...

L’educazione religiosa alla fede dei nostri figli con handicap mentale

La libertà religiosa è un diritto essenziale di ogni persona umana, fors'anche la più handicappata. Questo principio, che non ha mai cessato di essere vero, è stato ricordato, ormai a più riprese, dal papa Giovanni Paolo II ed egli sa, meglio di altri...

Che cosa può fare la comunità parrocchiale per le persone con disabilità

La famiglia ha bisogno di sentirsi accolta in una comunità cristiana, per capire il senso di una sofferenza così difficile da accettare Informarsi seriamente sulla complessa realtà degli handicap- pati; Raccogliere notizie sulla presenza e sui bisogni...

Come fare l’educazione religiosa

Chiarire le motivazioni: quello che si vuole è aiutare un bambino a scoprire, in Gesù, Dio Padre, Dio d’amore che l’ama e aspetta la sua risposta d’amore e che, per questo, manda il suo Santo Spirito che anima la comunità cristiana, la Chiesa. Avere una...

…E aspettò che ci accorgessimo di lui

Per chiunque legge il Vangelo, Dio appare un Padre che vuole tutti salvi e non solo va alla ricerca della pecora smarrita, ma lascia la porta aperta del suo ovile a chiunque voglia ristorarsi. Noi sacerdoti, insieme alle comunità ecclesiali, abbiamo questo tremendo...

«Per farci i servizi, perché e alla cresima la cugina accattava Giovanni!»

«Io ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, che hai nascosto queste cose ai dotti e ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così a te è piaciuto» (Le. 10, 21-22). Più volte ho ripetuto nel mio cuore questa frase, quando,...

Il posto di mia figlia nella chiesa

Sono la mamma di una ragazza portatrice di handicap grave. Quando è nata Monica, nonostante si fosse presentata a noi già con dei problemi gravi, l’abbiamo accolta con gioia perché era un’altra vita che entrava nella nostra famiglia e noi siamo sempre...

Al primo posto

Invece di tenere da parte le persone minorate - come spesso succede - dobbiamo dar loro il primo posto nelle chiese, nei nostri quartieri, sul posto di lavoro... Non è così semplice. Eppure Gesù cosa ha fatto? Apriamo il Vangelo di S. Luca al capitolo 4°. Fin dalla...

Tutti gli articoli sul tema della catechesi

Catechesi per disabili: a Roma un percorso formativo

Alla Chiesa di Santa Maria Regina Pacis di Monteverde, a Roma, l'Associazione Vedere Oltre Onlus organizza un percorso formativo sull'iniziazione cristiana dei bambini e dei ragazzi con disabilità. È un tema fondamentale che su queste pagine abbiamo...

Abbiamo tutti bisogno dei sacramenti

Tanti sono i motivi per dire che i nostri ragazzi hanno il diritto di ricevere il sacramento della Confermazione. Sarebbe più facile replicare con una domanda: perché no? Ma qui si tratta di incoraggiare i genitori a desiderare che i propri figli ricevano il Sigillo...

La loro e la nostra cresima

“Quando ci decidiamo a far fare la cresima ai ragazzi?”… questa la domanda posta da Patrizia, la mamma di Federico, ad una riunione di comunità a ottobre del 2006. Era già un po’ di tempo che la nostra comunità di Fede e Luce di S.Croce si era messa in moto per...

L’uomo guarda il volto, Dio il cuore

Molte cose sono cambiate nell’accoglienza dei disabili in chiesa, ma ancora oggi non è chiaro se ci sia per loro un cammino di preparazione specifica per ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana. Che cosa può dirci al riguardo? Parto dalla mia esperienza:...

Ho camminato vicino a Marco

Non sono una catechista. Sono solo un’amica di Marco ed un’amica di Gesù, per come ci ha chiamato Lui. Con la mia comunità ho camminato vicino a Marco in questo anno e mezzo di preparazione alla Cresima ed è stata anche per me, e per tutti noi, un’occasione speciale...

Luca, mio figlio autistico

Ha 21 anni. Il battesimo, due mesi dopo la sua nascita, non ha posto problemi: ignoravamo allora il suo handicap. Verso gli 11 anni, sapevamo tutto. La gravità dei problemi di comunicazione con lui complicava seriamente il compito circa la sua educazione religiosa....

La tua Parola è per tutti

Se è vero che al cuore della missione affidata alla Chiesa si trova, fin dalle origini, il compito di proteggere e curare l'esistenza dei suoi figli più fragili, è anche vero, purtroppo, che ben poco di questa preoccupazione è trapelato e trapela nella vita dei suoi...

Il Mimo: momento di preghiera a Fede e Luce

Questa forma di drammatizzazione la ritroviamo addirittura come unica forma di linguaggio per comunicare presso i primi uomini quando non avendo un linguaggio verbale abbastanza evoluto per esprimere i propri bisogni, i propri sentimenti, i propri desideri,...

Catechesi facilitata

Per capire meglio la «straordinaria rivelazione» di Francesca, abbiamo chiesto al suo parroco di raccontare come la Comunicazione Facilitata abbia aiutato lui e Francesca nella preparazione alla prima Comunione. «Adesso sono diventata una sapiente cristiana sapevi...

Vieni, spirito di vita

È stata probabilmente un'esperienza religiosa unica. Nove persone, giovani con handicap mentali molto gravi, sorelle e amici, quasi tutti adulti, si sono preparati insieme per la cresima, con un lavoro e un «cammino di fede» insolito e profondo. Quindi hanno ricevuto...

Il nostro cammino

Quando ho visto il modo in cui il Vescovo ci accoglieva durante la cerimonia e come, dopo, tranquillamente scherzava con tutti, ho capito che il cerchio si era realmente chiuso e che tutto era andato bene; meglio forse di quanto avremmo potuto sperare. Assistendo alla...

Catechesi anche per le persone autistiche

Circa trent'anni fa, al nostro centro catechistico di Parigi, organizzammo una riunione di studio sulla catechesi per i bambini che oggi sono chiamati «autistici». A questo incontro ebbi l'audacia di invitare, oltre ai catechisti «di base», uno dei più celebri...

Quelli più simili a Lui

Quella banale ammirazione che dimostriamo verso le persone belle d'aspetto e l'altrettanto ovvia disapprovazione manifestata verso chi tale non è, chi, esteriormente, non è proprio tutto «regolare» secondo schemi tradizionali, col passare degli anni, mi hanno sempre...

Sacramenti e disabili

Mi è stato domandato di introdurre l'argomento dei sacramenti in rapporto alle persone colpite da handicap diversi. L'argomento è talmente vasto e i suoi aspetti così vari che sarò costretto a limitarmi a qualche riflessione fondamentale. Innanzi tutto mi tornano alla...

Eucaristia e cresima di Giacomo

Ecco la storia di Giacomo, in una comunità dell'Arca. Quest'uomo di trent'anni, totalmente dipendente, vive con noi da diciotto anni. È per noi un mistero di silenzio. Né parola, né sorriso, arrivano mai a svelare il suo segreto. La sua presenza in mezzo a noi,...

Non conosco la tua lingua ma desidero impararla

A Pasqua 1971, a Lourdes, il calore del pellegrinaggio di Fede e Luce mi ha toccata ma sono stati necessari due anni, dal mio ritorno in Inghilterra, perché potessi ritrovare quel gruppo, perché ne facessi parte e perché cominciassi finalmente a guardare Giovanni come...

Come preparare al sacramento

Vogliamo dare una traccia comune per il cammino di catechesi proposto sia agli amici che ai ragazzi disabili interessati a ricevere il Sacramento della confermazione. Questo vuole essere un cammino comune , nella speranza che questa comunanza sia un ulteriore motivo...

Vita cristiana e disabilità

Ombre e Luci n. 5 - 1984 Nessuno è escluso «...Le testimonianze raccolte in questo fascicolo spingono... le comunità cristiane ad approfondire sul piano teorico e pratico l’accoglienza verso gli handicappati. Spingono soprattutto a un cambiamento di mentalità. Ci...

Tenendoci per mano

Eravamo insieme in oratorio quando padre Pietro, il nostro assistente spirituale di comunità, ce lo ha proposto. Marco esplorava la fede con la curiosità e la testardaggine che lo caratterizzano, mentre io navigavo i miei soliti mari inquieti. Abbiamo accettato, non...

Dio non fa differenze

Oggi, le persone con handicap sono sempre di più integrate nella Chiesa. Ma quanti sforzi e quanta speranza sono ancora necessari affinché i nostri fratelli disabili trovino il loro posto naturale nelle parrocchie e ricevano la vita di Dio! (...). Esitazioni o rifiuti...

Come preparare al sacramento

Ci piacerebbe dare una traccia comune per il cammino di catechesi proposto sia agli amici che ai ragazzi disabili interessati a ricevere il Sacramento della confermazione. Questo vuole essere un cammino comune, nella speranza che questa comunanza sia un...

Confessione

Per due anni consecutivi abbiamo celebrato una liturgia penitenziale, in occasione di alcuni ragazzi (18-30 anni) che si accostavano per la prima volta al Sacramento del Perdono. Prima celebrazione penitenziale Come sfondo abbiamo due quadri ingranditi del libro di J....

1992: nasce il settore catechesi delle persone con handicap

Si è costituito il Gruppo Nazionale di coordinamento della catechesi nell’area dell’handicap. nato da persone che operano in specifici e vari settori dell’handicap. Il gruppo svolge funzioni di coordinamento, di riflessione e di animazione. In questa prima fase di...

Temevo di non essere accettata come catechista

Desidererei raccontarvi una bella avventura che ho iniziato alcuni anni fa. Nella mia parrocchia (Stella Mattutina, Roma) in genere dopo la cresima i ragazzi possono scegliere se dedicarsi a qualche attività e molti scelgono di insegnare catechismo ai più piccini. Era...

Perché nessuno sia dimenticato

Quanti bambini e ragazzi sono lasciati da parte perché considerati «non adatti» per il catechismo e non vengono aiutati a scoprire l’accoglienza incondizionata di Colui che è venuto a cercare ognuno di noi, a cominciare dal più rifiutato, dal più disprezzato, dal più...

“Lasciateli venire a me”

Avete visto la foto di copertina? Sono Anna e Giulio, il giorno del loro matrimonio. Fra loro Flaminia, una ragazzina con seri problemi nella comunicazione, preparata, seguita, accompagnata da loro alla prima Comunione e alla Cresima. La loro testimonianza è uno degli...

La prima Comunione di Flaminia ci ha fatto crescere

Vi chiederete chi è Flaminia. Flaminia, detta anche Minni, ha ormai 14 anni, ha i capelli biondi e gli occhi azzurri. E’ molto carina e ispira una grande tenerezza. Cammina con un passo tutto suo, e questo sia in senso reale che metaforico. Non parla, non ama essere...

Essere padrino ha cambiato la sua vita

Emanuele ha trentatre anni. Quando aveva un 1 anno, dopo un coma di sei settimane, diventò epilettico. Oggi è impiegato nellamministrazione di una piccola impresa. La sorella Carole ci racconta l’avvenimento che cambiò la sua vita. Emanuele non ha molti amici della...

Si è aperta una finestra nella nostra vita

Siamo i genitori di Marco e vorremmo, con queste righe, farvi partecipi di quello che abbiamo provato il 28 luglio deiranno scorso, durante la Cresima impartita dal caro Vescovo, Mons. Salvatore Boccaccio al nostro figliolo durante il campo di Fede e Luce a Magnano....

Davvero lo spirito del Signore è su Marco

Quando ho conosciuto Marco nella parrocchia romana di Santa Teresa, la prima cosa che ha cercato di dirmi è stata il suo desiderio di fare la cresima. All’inizio ho provato un po’ di difficoltà a decifrare il suo codice espressivo ma, con l’aiuto dei suoi genitori,...

Come rendere viva la messa facendo unità

I. Animare una messa è renderla viva... Come rendere viva una celebrazione dove chi agisce per primo è Dio stesso? Ecco ciò che dicono, a volte, dei cristiani che ci ricordano che una messa è una messa, che non è necessario fare un sacco di cose per darle vita perché,...

Al primo posto

Invece di tenere da parte le persone minorate - come spesso succede - dobbiamo dar loro il primo posto nelle chiese, nei nostri quartieri, sul posto di lavoro... Non è così semplice. Eppure Gesù cosa ha fatto? Apriamo il Vangelo di S. Luca al capitolo 4°. Fin dalla...

Il posto di mia figlia nella chiesa

Sono la mamma di una ragazza portatrice di handicap grave. Quando è nata Monica, nonostante si fosse presentata a noi già con dei problemi gravi, l’abbiamo accolta con gioia perché era un’altra vita che entrava nella nostra famiglia e noi siamo sempre...

…E aspettò che ci accorgessimo di lui

Per chiunque legge il Vangelo, Dio appare un Padre che vuole tutti salvi e non solo va alla ricerca della pecora smarrita, ma lascia la porta aperta del suo ovile a chiunque voglia ristorarsi. Noi sacerdoti, insieme alle comunità ecclesiali, abbiamo questo tremendo...

Come fare l’educazione religiosa

Chiarire le motivazioni: quello che si vuole è aiutare un bambino a scoprire, in Gesù, Dio Padre, Dio d’amore che l’ama e aspetta la sua risposta d’amore e che, per questo, manda il suo Santo Spirito che anima la comunità cristiana, la Chiesa. Avere una...

Per un risveglio religioso dei più handicappati

Tutto quello che è stato detto sui pluri, poli, multi handicappati, mi spinge a porre una domanda che mi tormenta sempre di più: si fa qualcosa e, in caso affermativo, che cosa si fa per il loro risveglio religioso? Ponendo questa domanda penso a quei ragazzi afflitti...

Cosa dirvi di più

Stéphane Desmazières, nono figlio di una famiglia del Nord della Francia, prete nella diocesi di Lilla, per tredici anni vescovo di Beauvais, all’età del ritiro ha scelto la vita all’Arche. Ha vissuto due anni nel «focolare» dell’Ermitage a Trosly-Breuil, poi si è...

Catechesi e disabilità ultima modifica: 2018-02-15T17:52:47+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi