Dall’Osservatorio Scolastico di AIPD un utile vademecum per famiglie e operatori.

L’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) da tempo si occupa, attraverso il suo Osservatorio Scolastico, di offrire consulenza specifica sul tema dell’inclusione scolastica degli alunni con sindrome di Down (ma anche con altri tipo di disabilità). Frutto anche di questa lunga esperienza è la stesura della nuova Guida all’inclusione scolastica, che l’AIPD ha realizzato e messo a disposizione gratuitamente online a tutti gli utenti che volessero scaricarla. Grazie al formato elettronico, la guida può essere scaricata o consultata facilmente e sempre a portata di mano, così da rappresentare, per le famiglie ma anche per gli operatori, un utile vademecum per orientarsi nella materia.

Qui riportiamo brevemente alcune delle info principali, invitando i lettori a scaricare la guida completa per gli approfondimenti.

I GRUPPI DI LAVORO PER L’INCLUSIONE SCOLASTICA – La guida ricorda che, in presenza di alunni con disabilità o BES (Bisogni Educativi Speciali), la scuola deve attivare i GLHO o GLH o i GLI. Si tratta di gruppi di lavoro che seguono il percorso di inclusione degli alunni e che si incontrano periodicamente per valutarne i progressi e la programmazione delle attività.

LE CERTIFICAZIONI RICHIESTE – La guida specifica le modalità, le tempistiche e le regole di presentazione delle certificazioni necessarie al sostegno scolastico, sia per gli alunni con sindrome di Down che con altre disabilità, che vanno trasmesse alla scuola (al momento della prima iscrizione), al Comune per la redazione del Progetto Individuale e all’unità di valutazione multidisciplinare dell’ASL per la redazione del Profilo di Funzionamento.

IL RUOLO DEL PERSONALE SCOLASTICO – Scuola è anche e soprattutto l’apparato di docenza e di assistenza agli alunni. La guida quindi riassume i ruoli e i compiti del dirigente scolastico, del consiglio di classe, degli insegnanti curriculari e naturalmente dell’insegnante di sostegno. Vengono inoltre riassunti i compiti dei collaboratori scolastici i quali, in caso di alunni con disabilità, si occupano della loro assistenza igienica e dell’igiene personale. Spazio anche alle figure esterne alla scuola, che si occupano della autonomia, comunicazione e socializzazione degli alunni disabili, e vengono garantite dagli enti locali (Comune per scuole dell’Infanzia e Primaria e Secondaria di Primo grado e Regione o enti da essa delegati per le secondarie di Secondo grado) da cui arriva la nomina.

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI CON DISABILITA’ – La Guida parla poi dei sistemi di valutazione, ricordando che nella Primaria è vietato bocciare gli alunni (con e senza disabilità), a meno che non ci sia l’unanimità dei docenti della classe, compreso il dirigente scolastico, e con ampia motivazione. Si ricorda poi in quali casi gli studenti disabili hanno diritto al diploma conclusivo, e si illustrano le regole riguardanti le prove INVALSI.

FORMAZIONI CLASSI, GITE, TRASPORTO – Quanti alunni con disabilità sono ammessi e consentiti? La Guida entra anche nel merito della formazione delle classi, nelle quali non possono esserci più di 20 alunni totali in presenza di uno studente (o più) con disabilità certificata.

Vengono riportate utili informazioni anche per quanto riguarda il trasporto scolastico gratuito (che dovrebbe essere garantito o dal comune o dalla Regione) e le gite e visite didattiche.

Fonte: Disabili.com

L'archivio di Ombre e Luci

Bastano 2€ al mese per sostenere Ombre e Luci. Dona subito.


Scuola, disabilità e sostegno: su AIPD la guida scaricabile ultima modifica: 2019-01-04T13:38:49+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi