Rappresentare una grande famiglia

Amici carissimi, sabato per me è stato un giorno speciale per me perché nella mia parrocchia dedicata a s. Cirillo e Metodio ci è venuto a trovare il cardinale vicario di Papa Francesco, Mons. Angelo De Donatis. Un giorno molto importante perché in quella occasione ho consegnato al cardinale il carnet di Fede e Luce. Non è semplice descrivere le emozioni vissute perché sono emozioni indescrivibili. Già stare lì e viverle in prima persona… poi metteteci il fatto di rappresentare una grande famiglia come quella di Fede e luce nella mia parrocchia – unica in Italia con il nome S. Cirillo e Metodio- dove spero tanto di cominciare una comunità… è stato un motivo in più per portare con me tutto quello che mi trasmette ogni persona di Fede e luce. Grazie mille a tutti.

Antonietta Pantone

Il vescovo accolto

Le domeniche di Fede e Luce, ogni volta sono piene di sorprese che ti colmano il cuore. Ma più emozionante è condividere la giornata con il Mons.Giuseppe Favale vescovo della diocesi Conversano -Monopoli. Oggi Mano nella Mano ha accolto il vescovo come uno di noi. Ci siamo riuniti intorno a lui con una grande tavolata, non solo con il cibo preparato con amore da ognuno di noi, ma con piccole gesti che solo i nostri ragazzi sanno donare con amore. Gesti che inevitabilmente raccontano il nostro cammino in Fede e Luce, i nostri avvenimenti, le nostre emozioni e la condivisione che ci contraddistingue e ci fa camminare insieme in questa grande famiglia.

La comunità Mano nella Mano

Una nuova comunità

Domenica 30 settembre la Comunità Fede e Luce San Pietro Avenza si è ritrovata insieme ed è partita per Scorcetoli, un paesino della Lunigiana, nella provincia di Massa Carrara, per essere testimone dell’inizio del cammino della nuova Comunità di Fede e Luce Sant’Andrea, condividendone a pieno le gioie e le speranze, che suscita la nascita di ogni nuova creatura. L’incontro è stato vissuto da tutti i partecipanti come uno snodo: da una parte una tappa importante in cui le due Comunità hanno potuto sostare a riposarsi e ritrovarsi, dopo aver vissuto molti momenti di condivisione come: tante feste, il pellegrinaggio Roma –Assisi del 2015 per festeggiare i 40 di Fede e Luce Italia, la visita di Papa Francesco a Firenze. D’altra parte questo momento è stato per la nuova Comunità Sant’Andrea una vera e propria partenza per il suo cammino di condivisione ed amicizia tra Dio, le persone disabili, le loro famiglie e tanti amici.
Per la gioiosa occasione erano presenti Cinzia Vanicelli, responsabile della zona: Emilia – Toscana, Luciano Benassi, responsabile della Comunità Amici insieme di Parma e Lucia Casella membro storico di Fede e Luce nazionale ed internazionale. Non poteva certamente mancare Don Lucio Filippi attualmente parroco di Aulla, ma in precedenza parroco di Avenza e Scorcetoli, e promotore e coltivatore instancabile del prezioso seme di Fede e Luce.
La giornata è iniziata con la partecipazione alla Messa parrocchiale celebrata da Don Mario Arenara. I membri della Comunità San Pietro hanno mimato il brano del Vangelo in cui Gesù parla ai suoi discepoli, raccomandandogli di accogliere ogni buona azione, indipendentemente che l’autore del gesto sia o non sia amico, conoscente, membro del gruppo, perché la radice del bene è sempre e solo Lui e il suo amore riversato su ogni uomo. Un altro insegnamento del Maestro ai suoi discepoli è quello di tenere come monitor del loro agire i più piccoli, senza scandalizzarli né turbarli.
Ancora una volta Gesù mette al centro dei suoi discorsi i più piccoli, perché è nella loro presenza viva e attiva, che si incarna costantemente tutto il messaggio ed il mistero di Cristo.
I piccoli sono il perno delle Comunità Fede e Luce ed è nella relazione che sapremo istaurare con loro e tra noi, che si misurerà la nostra testimonianza, la nostra fede e la nostra carità.
Dopo un lauto ed abbondante pranzo, in vero stile “fedelucino” (abbiamo constatato, che gli Amici della Comunità Sant’Andrea hanno imparato presto questa prassi), i componenti delle due Comunità hanno vissuto un momento di gioco ed allegria, in cui scambiare confidenze e stringere ancora più legami d’amicizia.
Un altro momento molto importante ed emozionante vissuto insieme è stato il mimo del canto “Il disegno” interpretato da tutti i componenti della Comunità Sant’Andrea. Grazie ai loro gesti è stato possibile riflettere, ancora una volta, sulla creazione dono di Dio all’uomo, sul Suo disegno sulla storia e su ogni Sua creatura.
Anche le Comunità Fede e Luce sono un disegno di Dio, che ha disegnato con ogni suo membro e per ognuno di noi, chiamati a farne parte. Per questo desideriamo insieme lodarlo e ringraziarlo per averci donato il bel bozzetto della Comunità Sant’Andrea di Scorcetoli, che, siamo certi, con la preghiera, l’amicizia, il sostegno degli amici della Comunità San Pietro di Avenza e soprattutto con l’aiuto dello Spirito Santo diventerà presto un Capolavoro!

Silvia Tamberi

Questo articolo è tratto da
Ombre e Luci n.145, 2019

Sommario

Editoriale
Preziosi punti di vista di Cristina Tersigni

Focus: Disabilità e terza età
Storie di cui fare tesoro di Cristina tersigni
Longevità nella disabilità di Cristina Tersigni
La casa-famiglia e l'età che avanza di Cristina Tersigni
Mio fratello Ernesto di Giovanni Grossi

Intervista
La curiosità di raccontare il mondo di Giulia Galeotti

Testimonianze
Storia di una promessa mantenuta di A.A.

Dall'archivio
Il mio amico Carlo di Beatrice (Trixi) Pezzoli

Associazioni
Una Piazzetta per chi diventa anziano di Annalisa Zovatti

Fede e Luce
Il pittore che aveva capito tutto di Giulia Galeotti

Spettacoli
Nuova ricetta a MasterChef di Maria Novella Pulieri

Rubriche
Dialogo Aperto n. 145
Vita Fede e Luce n. 145

Libri
Faccio salti altissimi di Iacopo Melio
Il mare non serve a niente di La Bigotta e Michele Rossi
Isacco, il figlio imperfetto di Gianni Marmorini
A good and perfect gift di Amy Julia Becker

Diari
Non ho paura perché sono l'amica del cuore di Sara di Benedetta Mattei
Io vado poco a teatro di Giovanni Grossi

Bastano 2€ al mese per sostenere Ombre e Luci. Dona subito.


Dialogo aperto n. 145 ultima modifica: 2019-04-08T13:52:54+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi