Ombre e Luci si rivolge soprattutto ai genitori di figli con handicap, con la speranza di essere per loro aiuto e sostegno. Vuole creare legami di amicizia là dove spesso c’è solitudine ed emarginazione; ascoltare i bisogni, ridare forza e coraggio, ravvivare la speranza, anche quando sembra perduta. Per questo abbiamo preferito, da sempre, presentare articoli rasserenanti, positivi, più che tragici e scandalistici, più le luci che le ombre.
Di solito scegliamo argomenti che aiutino a conoscere meglio i vari tipi di handicap, con appropriati consigli educativi; riflessioni su temi generali comuni, alla luce dell’insegnamento evangelico; informazioni su iniziative e .servizi esistenti e tra questi segnaliamo quelli «buoni» perché siano di riferimento e rappresentino modelli da imitare nel caso che genitori o amici vogliano «creare» qualcosa di nuovo.
Dopo otto anni di vita, abbiamo bisogno di fare con voi una verifica, sottoponendovi a un piccolo impegno, il cui risultato sarà per noi prezioso per continuare il nostro lavoro nella certezza che Ombre e Luci è utile e deve continuare a vivere.

Inchiesta

Le domande che troverete alle pagine centrali di questo numero, sono state pensate per avere un’idea precisa sulle vostre situazioni familiari, sui vostri bisogni, sui vostri desideri e questo per i motivi che seguono.

  1. Pubblicare articoli su argomenti che siano risposte concrete ai vostri veri e attuali bisogni.
  2. Avere informazioni precise sulle necessità di servizi e aiuti (carenti o inesistenti), sui bisogni più urgenti; potremo così, dati alla mano, presentarli là dove sempre più spesso veniamo invitati sia come Fede e Luce, sia come Ombre e Luci.
    In questi ultimi anni abbiamo partecipato a nome vostro a: Commissione di studio per le case famiglie, promosso dal ministero della Sanità e degli Affari sociali; Consulta cittadina; Convegno per la catechesi dell’handicap; Convegno sulla famiglia con handicap (Policlinico Gemelli); Convegno per l’educazione del bambino autistico (Università di Roma). Cerchiamo inoltre di portare i vostri bisogni a vescovi e autorità civili, particolarmente sensibili e vicine al problema della sofferenza. Le vostre risposte ci permetteranno anche di scegliere a quali convegni e incontri portare la vostra voce.
  3. Chiedere la vostra collaborazione per articoli a chi fra voi è protagonista di certe problematiche.

La vostra risposta ci servirà anche a capire se la rivista vi sta a cuore e se desiderate continuare a riceverla. Il nostro lavoro, ne riceverà significato, forza e incoraggiamento.
Cogliamo l’occasione per ringraziare quanti fra voi hanno dato il loro contributo in questi anni trascorsi con articoli e fotografie. Speriamo di vedere arrivare presto molte risposte!

Mariangela Bertolini, 1991

Mariangela Bertolini

Nata a Treviso nel 1933, insegnante e mamma di tre figli tra cui Maria Francesca, Chicca, affetta da una grave disabilità.
È stata fra le promotrici di Fede e Luce in Italia. Ha fondato e diretto Ombre e Luci dal 1983 fino al 2014.

Tutti gli articoli di Mariangela

Questo articolo è tratto da
Ombre e Luci n.33, 1991

Sommario
Con la vostra collaborazione - Inchiesta di Mariangela Bertolini
Famiglie diverse? di Giacomo e Maria Labrousse
Educare è desiderare di Marie H. Mathieu
La Stelletta di Nicole Schulthes
Quel che mancava ai nostri figli di Laura Delay

Rubriche

Dialogo aperto

Libri

L'omino di vetro di M.C. Barbiero
Vita! riflessioni sulla cultura dell'hadicap di C. Imprudente
Il mio piede sinistro di C. Brown

Con la vostra collaborazione ultima modifica: 1991-03-16T11:38:33+00:00 da Mariangela Bertolini
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi