Questo opuscolo (32 pagine) è il primo di dieci. È l’introduzione del corso e si svolge ai genitori che hanno un figlio Down (da 0 a i 6/7 anni).
Ecco i titoli dei nove capitoli, uno per ogni opuscolo.

1. Sviluppo motorio – Imparare a comunicare.
2. Sviluppo dei movimenti fini – Conoscere se stessi e capire l’ambiente.
3. La vita di ogni giorno – Sviluppo cognitivo.
4. Chi insegna in pratica al vostro bambino – Tutti possono essere di aiuto.
5. Il concetto che il bambino ha di se stesso – Un ambiente adatto e dei limiti precisi.
6. Lo sviluppo sociale – Quando si comincia ad imparare.
7. Verso l’indipendenza – I sentimenti del vostro bambino.
8. La sicurezza in casa e fuori casa – La salute del bambino.
9. Il vostro bambino come membro della società – Il vostro bambino e la scuola.

Abbiamo letto questa introduzione con interesse e simpatia. Il tono è caloroso e semplice, la presentazione chiara e piacevole, ma è soprattutto il contenuto che ci spiega a suggerirlo e a raccomandarlo.
Questo corso è stato ideato dall’autore perché «i genitori costituiscono la riserva educativa più importante che hanno i bambini (principio n. 1)»; perché «i bambini hanno la più grande possibilità di apprendimento durante gli anni che precedono la scuola elementare (principio n. 5)» e perché «i genitori vogliono imparare a sfruttare nel miglior modo possibile il tempo che spendono con il loro bambino» (principio n. 6)…»

La simpatia e comprensione per i genitori da parte dell’autore è molto evidente. Fra l’altro, riconosce loro «il diritto di essere arrabbiati», il diritto di «porre dei limiti», e quello di «non essere sempre entusiasti». Tutti i suoi consigli sono pieni di buon senso, espressi con pacatezza. Anche l’elenco dei bisogni del bambino è completo, senza parole complicate o inutili.
Segue poi una spiegazione semplice e scientifica insieme, su che cos’è la sindrome Down e su alcuni problemi medici relativi alla stessa. Alla fine il genitore è invitato a scrivere degli appunti, a compilare e spedire un questionario.
La qualità di questa introduzione al corso vero e proprio fa pensare bene dei capitoli che seguiranno e che, ci auguriamo, saranno seguiti da qualche genitore: infatti, più ancora che per gli altri bambini, «per il bambino Down il comportamento della sua famiglia nei suoi riguardi, influenzerà decisamente il suo comportamento».

* Per i genitori il Corso è gratuito : possono dare un contributo libero.
L’iscrizione al Corso può essere fatta in qualsiasi periodo dell’anno.

Scrivere al Servizio di Consulenza • Pedagogica – Via Druso 7 – 38100 Trento, specificando il nome e l’età del bambino o della bambina.
Tel. (0461) 23.95.95

Il Direttore del Corso dr. Salvatore Lagati (calagati@tin.it)

Gli altri corsi per corrispondenza del Servizio di Consulenza di Trento:
• Corso per corrispondenza per genitori di bambini audiolesi
• Corso per corrispondenza per genitori di bambini videolesi
• Corso per corrispondenza per genitori di bambini sordociechi

Corso per corrispondenza per genitori di bambini Down ultima modifica: 1990-03-19T12:58:22+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi