A questa inchiesta sulla integrazione delle persone h.m. della parrocchia, hanno risposto 58 parroci delle seguenti province:
20 di Milano; 15 di Roma; 3 di Como; 2 di Ascoli, Bari, Napoli, Parma; 1 di altre province.

8 di queste risposte provengono da parrocchie dove esiste una comunità Fede e Luce.

1. «Secondo lei, per quah motivi le p.h. hanno difficoltà ad integrarsi nella parrocchia?» (Si potevano segnare più risposte)
Difficoltà d’accesso 11, Incomprensione 13, Scarsa accoglienza 23, Paura degli altri 15 ed altri motivi.

2. «Conosce qualche persona con handicap nella sua parrocchia?» (più risposte)
Sordi 55, Non vedenti 60, Spastici 85, Handicap fisico 199, Handicap mentale 205, Malattia mentale 130.

2. «Lèi, dòma parroco ha difficoltà ad accogliere le persone con handicap?»
Quasi tutti rispondono di non avere difficoltà. Due parlano di difficoltà di tempo e di mancanza di persone della comunità che accolgano. Difficoltà ad offrire l’aiuto adeguato e necessario.

4. «In quale manifestazioni della vita comunitaria le p.h. si inseriscono nella sua parrocchia?» (più risposte)
Messe 37. Movimenti 4. Gruppi 25. Scout 9. Azione cattolica 4. Catechismo 24. Chierichetti 3. Coro 5. Consiglio pastorale -.

8. «Come reagiscono i parrocchiani di fronte ad una persona con handicap? Ha notato in questo campo un progresso negli ultimi anni?»

Risposte = 56

15 parroci hanno dato risposte negative: poco o nessun progresso quanto all’accoglienza. Sottolineano il senso di pietà, di compassione, di indifferenza.

41 le risposte positive: notevole progresso soprattutto da parte dei giovani (scout, azione cattolica, gruppi caritas, gruppi giovanili, cercano di accoglierli anche se con una certa esitazione e denunciando mancanza di preparazione). In generale dicono che la mentalità sembra totalmente cambiata rispetto al passato anche se rimane tanto da fare.

10. «Le è capitato di trovarsi di fronte a casi particolarmente difficili nei riguardi di genitori di figli con handicap o di persone con handicap? Può citare un esempio?»

Solo 23 parroci hanno risposto con qualche esempio.

Sintetizzando: i casi più difficili riguardano la difficoltà da parte dei genitori di accettare l’handicap o la grave minorazione del figlio; la resistenza da parte di alcuni genitori a farsi aiutare, a portare il figlio in mezzo agli altri; il rifiuto di far seguire il catechismo al figlio handicappato perché ritenuto incapace di prepararsi ai sacramenti; il senso di solitudine e di chiusura al quale certe famiglie si abbandonano…

Gli altri 33 parroci sostengono di non aver mai avuto casi difficili.
13. «Pensa che la comunità parrocchiale potrebbe essere aiutata dalla presenza delle persone con handicap?»

31 le risposte, tutte positive, che danno l’impressione che questi parroci abbiano veramente conosciuto ed accolto le persone con handicap con amore evangelico.
L’importanza della loro presenza? Molte le risposte che dicono: «fanno maturare lo spirito di solidarietà, aiutano a ridimensionare i valori della vita quotidiana»; «aiutano ad approfondire la propria fede»…

14. «Che cosa pensa del progetto di una casa-famiglia sostenuta e appoggiata dalla comunità parrocchiale?»

20 parroci trovano l’idea buona, ma mostrano perplessità ed esitazioni riguardo la sua realizzazione.

8/10 oltre a trovare buona e giusta l’idea, si mostrano favorevoli a studiarne una possibile realizzazione.
3/4 hanno già pensato in qualche modo a sostenere con altre persone questo progetto.

Pochi si dicono assolutamente contrari o non rispondono affatto. Un parroco scrive «È un dono e una grazia da chiedere!».

N.B. Ricordiamo a chi non ha «raccolto» il nostro invito, che è possibile andare a trovare, inchiesta alla mano, il parroco più vicino e inviare la risposta. Faremo, se il caso, una seconda sintesi nel mese di luglio 89.

Questo articolo è tratto da
Ombre e Luci n.25, 1989

Sommario

Editoriale

E pagano pure! di Mariangela Bertolini

Articoli

Allora, si parte?! di Rita Ozzimo racconta
Tante bellissime cose di Giuliana Loiudice
Guardavano, guardavano! di Nanni
Al tepore di un amore semplice di Alberto Petri
«Voglio mostrarvi una strada» di P. Louis Sankalé
Come si organizza un campo di Barbara e Chiara

Rubriche

Dialogo aperto
Vita di fede e luce - Un cammino insieme di L. Brambilla
Le risposte dei parroci al questionario

Libri

Attività creative di Sally M. Atack
Aiutami a giocare di D.M. Jeffree
La Sindrome di Down di Cliff Cunningham

Persone con handicap nella parrocchia – Le risposte dei parroci ultima modifica: 1989-03-20T14:12:52+00:00 da admin
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi