È un’opera di riflessione lucida e stimolante sulla persona portatrice di handicap e di informazione su associazioni, gruppi e periodici che se ne occupano; è inoltre una guida aggiornata della legislazione nazionale e regionale su questa particolare fascia di cittadini. Antonio Guidi, neuropsichiatra, è un osservatore privilegiato: per dieci anni ha diretto un centro pubblico di riabilitazione nella Regione Marche; oggi è consulente del Ministero della Sanità e della RAI. Egli fa una valutazione dei passi enormi e positivi che sono stati compiuti negli ultimi decenni e di quanto cammino rèsta ancora da fare. La sua non è soltanto una verifica, ma è una denuncia delle frequenti ambiguità della situazione attuale e una proposta realistica ed originale di possibili vie di uscita.

Il suo punto di partenza, che segue poi il filo del discorso lungo tutto il libro, è l’urgenza e il dovere della società di modificare l’atteggiamento che spinge i portatori di handicap in un mondo a parte estraneo.
In realtà quel mondo è parte integrante del mondo in cui viviamo e tanto più esso sarà consapevolmente accettato e compreso tanto più, nel concreto, sarà possibile per gli operatori di migliorare le condizioni di coloro che hanno lo stesso diritto di tutti gli altri a vivere con dignità, a potenziare le proprie capacità e soprattutto ad avere sempre più serenità.

– 1989

L’altra gente. Convivere con l’handicap ultima modifica: 1989-06-20T10:58:17+00:00 da admin
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi