Frutto di un’esperienza di trent’anni accanto a bambini autistici nel centro creato dagli autori, questo libro ci sembra non soltanto interessante, ma utile.
Questa coppia – lui medico, lei pedagogista – descrive i comportamenti autistici e attraverso questi cerca di capire e di far capire le difficoltà del bambino se non la malattia stessa (che fino ad oggi nessuno ha ancora potuto spiegare). Nel lungo capitolo dedicato alle famiglie e ai loro problemi, troviamo molti consigli pratici.
Gli autori presentano con onestà i vari tipi di terapie e le diverse teorie che questo grave handicap ha suscitato. Essi però credono piuttosto a un’educazione adatta e ben impostata:

  • Insistono molto sulla necessità di un ambiente strutturato e di una vita regolare per offrire punti di riferimento indispensabili a questi bambini così facilmente sommersi dall’angoscia.
  • Vedono l’importanza di far acquisire al bambino delle conoscenze “come mezzi per attenuare sia il desiderio di immutabilità sia l’angoscia scatenata dei cambiamenti”.
  • Da parte degli educatori richiedono un’osservazione finissima per poter scoprire i disagi dei bambini, spesso sproporzionati ai nostri occhi.

Alla serietà del’informazione e dell’esperienza, si unisce il pregio di un linguaggio semplice. Da notare soprattutto, accanto alla competenza, un vero amore per i bambini e un grande rispetto e comprensione per i genitori.
Infine non parlano mai di miracoli, ma di progressi sempre possibili a costo, certo, di un lavoro lungo e ben fatto, quello che riassumono nell’ultima frase del libro:

“Si può far molto con l’intelligenza, col cuore e con uno spirito che non ha paura di agire”.

-di Nicole Schultes, 1984

Nicole Marie Therese Tirard Schultes
(10. 12. 1933, Woincourt, France - 26. 10. 2006 in Hamburg)
Ha studiato Ergoterapia in Francia e negli Stati Uniti, co-fondando nel 1961 l'Association Nationale Francaise des Ergotherapeutes, (ANFE).
Trasferitasi a Roma, incontra Mariangela Bertolini e insieme avviano nel 1971, su invito di Marie-Hélène Mathieu, le attività di Fede e Luce e partecipano all'organizzazione del pellegrinaggio dell'Anno Santo del 1975. Dal 1983 al 2004 cura con Mariangela la rivista Ombre e Luci. Per anni ha organizzato il campo estivo per bambini e famiglie sul campus della scuola Mary Mount a Roma.

Questo articolo è tratto da
Ombre e Luci n.6, 1984

Ombre e Luci n.6 - Copertina

SOMMARIO

Editoriale

Il mistero del bambino psicotico di Marie Hélène Mathieu

Quattro storie

Figlio mio non credo di Delia Mitolo
È sempre stato rifiutato di Lina Cusimano
La legge sull'integrazione di Vincenzo e Irene Ruisi
“La riabilitazione nella scuole”. Ma la bambina non è tenuta in classe
 di L.N.

Altri articoli

Nessun uomo è una pietra del Prof. Yves Pélicier
Psicosi precoci del Prof. Jaques Didier Duché
Un centro per la cura della psicosi di N. Schulthes e S. Sciascia
Psicosi infantile: alcuni consigli utili

Rubriche

Vita Fede e Luce n. 6

Libri

Vivere con un bambino autistico, A. e F. Brauner

Vivere con un bambino autistico ultima modifica: 1984-06-29T10:19:51+00:00 da Nicole Schulthes
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi