Ginevra 25-28 agosto

Incontro della zona Fede e Luce Sudeuropea

Novanta persone (genitori, persone handicappate, amici, sacerdoti) in rappresentanza di nove paesi (Belgio, Francia, Italia, Iugoslavia, Lussemburgo, Polonia, Portogallo, Spagna, Svizzera) si sono ritrovate per un incontro nel quale si è cercato di vivere i tre momenti dell’incontro Fede e Luce.
L’incontro si è ispirato alla frase di S. Agostino «Se dite “Questo mi basta”, siete già morti; bisogna sempre avanzare, crescere, progredire…».
Momenti culminanti delle giornate sono stati le Celebrazioni Eucaristiche, fra le quali ricordiamo quella domenicale nella parrocchia di Nyon, seguita da un simpatico aperitivo offerto ai delegati dalla parrocchia.
Molto seguite e apprezzate sono state le riflessioni proposte da Marie Hélène Mathieu sul tema «L’importanza dell’équipe di animazione per la vita della comunità» e da Don Dario Madaschi su «La persona handicappata, fermento di vita e di unione nella comunità parrocchiale».

Guida alla riflessione fra i genitori

I genitori sono componenti insostituibili nelle Comunità Fede e Luce. La loro esperienza, la loro saggezza, la loro sofferenza sono di grande aiuto per tutti i membri della Comunità. Ogni tanto desiderano parlare dei loro problemi, cercare insieme come risolverli o affrontarli, come far fronte alle difficoltà della vita di ogni giorno.
Perché questo scambio — nell’ambito dell’incontro di comunità o al di fuori — possa essere di vero aiuto, molti di loro hanno chiesto consigli e idee. Un piccolo gruppo di persone ha realizzato un libretto, semplice, dove per ogni riunione mensile vengano proposte due o tre questioni e un brano che può servire di spunto per la riflessione, sostegno per il cuore e lo spirito.

Canada: Consiglio Internazionale

Il Consiglio Internazionale di Fede e Luce si è riunito a Aylmer, nei pressi di Ottawa, dal 19 al 21 luglio ’83. Il Consiglio è formato da Jean Vanier, da M.H. Mathieu (coordinatrice internazionale), da F. Gammarelli (vice-coordinatore) e dal Padre David Wilson (assistente internazionale). Erano presenti i responsabili delle zone: Betty Renaud (America del Nord), Zila Furtado (America del Sud), Marianne Abrahamsson (Europa del Nord), Roland Tamraz (Medio Oriente) Kathryn Ward (Australia e Asia), Marie Vincente de Séverac come segretaria, Mariangela Bertolini (Europa del Sud) per ragioni famigliari non ha potuto partecipare.

Tra i punti all’ordine del giorno: la situazione delle Comunità Fede e Luce nelle diverse zone; la formazione dei responsabili, uno dei punti più importanti in questo momento; l’avvio delle nuove comunità Fede e Luce; i legami con la Chiesa; la preparazione dell’Incontro Internazionale che si terrà a Roma dal 19 al 25 marzo 1984 e che riunirà delegati di 40 nazioni.

«Signore tu sei la nostra speranza. Siamo certi che ci colmerai di te sempre di più, che ci darai la tua gioia. Sappiamo bene che è inutile tormentarci per sondare i misteri della vita, e che dobbiamo soltanto cercare di conoscerti meglio; solo così troveremo tutto quello di cui abbiamo bisogno, perché in te è la luce».
(Preghiera di una mamma all’incontro di Ginevra)

Questo articolo è tratto da
Ombre e Luci n.4, 1984

Ombre e Luci n.4 - Copertina

SOMMARIO

Editoriale
"Il mio bambino con la sindrome Down" di Mariangela Bertolini

Dossier: Trisomia 21

Trisomia 21 di Jerome Lejeune
Saverio di Marie N. Lauth
Quando la vita è così difficile di Gilberte Roger N.
Andrea a scuola di Anna Bernardi
Quando sono adulti di Jean Vanier
Il lavoro di Gianni di Sergio Sciascia

Rubriche

Dialogo Aperto n.4
Vita Fede e Luce n.4

Libri

La debilità mentale, Autori vari
I giullari di Dio, Morris West
Meb, pittore gioioso, Marie-Luise Eberschweller

Vita Fede e Luce n. 4 ultima modifica: 1983-12-29T16:27:29+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi