Un papà racconta i primi anni di vita del suo primo bambino. Le diverse prove della nascita e della prima infanzia (nascita prematura, operazione, febbre alta…) lasciano ai genitori un figlio lento, maldestro, apparentemente in ritardo per la sua età e mal integrato fra gli altri bambini. Di fatto, fin dall’asilo i genitori vengono consigliati di mettere Tod in una scuola speciale, cosa che fanno con la morte nel cuore.
Poi, per caso, la mamma scopre un metodo di rieducazione speciale. I genitori con il bambino e l’aiuto di molti volontari intraprendono un’opera sfibrante di reiducazione, fatta tutta in casa.
Grazie alla tenacia e alla perseveranza di tutti (la terapia dura praticamente dalla mattina alla sera tutti i giorni senza interruzione né alla domenica né in altri giorni di festa) il cammino intrapreso continua, con controlli regolari, per più di un anno e porta il bambino ad un livello di sviluppo che gli permette di entrare nella scuola con tutti.
Il racconto si legge facilmente perché è scritto in modo concreto, vivace. I protagonisti, genitore, bambini, medici, professori, amici sono tutti accattivanti.
Inoltre, un capitolo che descrive l’orario del programma, offre una certa idea del metodo seguito (metodo Doman)
Un solo elemento rende questo libro non del tutto convincente: l’intenzione, nonostante tutto trasparente, di scrivere un’opera in lode di questo metodo.

 

Questo articolo è tratto da
Ombre e Luci n.3, 1983

Ombre e Luci n.3 - Copertina

SOMMARIO

Editoriale

Gli altri di Marie Hélène Mathieu

Dossier: Vacanze

Con la differenza si può convivere di Anna Cece
Nessuno aveva pensato che Patrick avrebbe preso parte alla gita di Mariagnela Bertolini
Con loro sono salito sul monte Méta di Patrick Thonon
Per la prima volta lontano da me di Rita Ozzimo NameErrorem
Insieme sì, ma come di Nicole Schulthes
…ed è stata una vera vacanza di Agnés Auschitzky
Soggiorni invernali di Lucia Bertolini
Prestare casa intervista a Francesca Biondi

Rubriche

Dialogo Aperto n.3
Vita Fede e Luce n.3

Libri

Quando il dolore bussa forte, Dori Zamboni
Un caso di coscienza, Henry Denker
Storia di un padre, David Melton
E non disse nemmeno una parola, Heinrich Böll

Storia di un padre ultima modifica: 1983-09-01T14:45:46+00:00 da Redazione
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi