Le Ombre le conosciamo bene, noi.
La scoperta brutale o progressiva dell’handicap del nostro bambino, l’andirivieni da un medico all’altro, da uno specialista all’altro; la ricerca delle cause: eredità di una famiglia o dell’altra? negligenza dell’ostetrico? dell’infermiera?

L’incubo dell’avvenire: e dopo la nostra morte? chi si occuperà di lui? i soldi messi da parte, a che cosa serviranno?
I fratelli, le sorelle: fino a che punto è giusto contare su di loro? Si può lasciar pesare sulla famiglia questa presenza dolorosa?
La risposta da trovare quando lui, in età adulta, ci parla del suo desiderio di sposarsi; la rivolta, ogni tanto: la rivolta contro Dio, il dubbio sulla sua bontà, sulla sua esistenza; il “sì” così dolorosamente pronunciato e presto rimesso in questione.

Ombre che, a volte, diventano notte opaca e pesante. Le luci: non sempre le scorgiamo.

Ombre che, a volte, diventano notte opaca e pesante. Le luci: non sempre le scorgiamo.

Un istante di serenità sul suo viso di bambino che chiamano psicotico; i momenti di pazienza e gentilezza del fratello più piccolo verso suo fratello grande handicappato; la cura e la sollecitudine di una maestra nella classe del nostro bambino; l’impegno in un’associazione dove scopriamo l’amicizia: portando i pesi gli uni degli altri, si supera la propria sofferenza; la scoperta del valore del nostro figliolo e del senso della sua vita…

Luce è trasformare in gioia ciò che il nostro desiderio di felicità rifiuta.

Marie-Hélène Mathieu, 1968

Marie-Hélène Mathieu è nata il 4 luglio 1929 a Tournus in Francia. Educatrice specializzata, allieva di padre Henri Bissonier, ha fondato l’Office Chrétien des Personnes Handicappées (1963), poi Ombres et Lumière, rivista cristiana delle persone portatrici di handicap, delle loro famiglie e dei loro amici. Ha creato, nel 1968, con Jean Vanier il movimento Foi et Lumière. Membro del Pontificio Consiglio per i Laici dal 1984 al 1989 è stata la prima donna a tenere una Conferenza di Quaresima a Notre- Dame di Parigi (1988), ed è Cavaliere della Legion d’Onore. Autrice, tra l’altro, di Dio mi ama così come sono (Effatà, Cantalupa 2002), Mai più soli,L’avventura di Fede e Luce, (Jacabook, 2012).

Marie-Hélène Mathieu

Questo articolo è tratto da:
Ombre e Luci n. 1, 1983

Ombre e Luci n.1 - Copertina

SOMMARIO

Editoriale

Ombre e Luci? di Marie Hélène Mathieu
Editoriale n.1

Articoli

L’esperienza della solitudine di Jacqueline e Henri Faivre
Difficoltà loro o nostra? di Henri Bissonier
Ti aspetto sempre di Jean Vanier
Il Chicco: una casa per Fabio e Maria di Anna Da e Guenda Malvezzi

Rubriche

Dialogo aperto
Vita Fede e Luce

Libri

Il dolore innocente - Un handicappato nella mia famiglia, G. Hourdin
Darti la vita, J. Carrette

Ombre e luci? ultima modifica: 1983-03-31T10:12:24+00:00 da Marie Hélène Mathieu
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi